Difficoltà a rilassarsi. Come affrontarla?

Quando si ha difficoltà a rilassarsi e si sta sempre in tensione, le motivazioni possono essere molte e diverse fra loro. Probabilmente un periodo faticoso, stressante, doloroso incide sulla psiche e si manifesta attraverso l’ansia e gli attacchi di panico.

Per fortuna questi sono malesseri facilmente gestibili, ma c’è bisogno di un aiuto da parte di un professionista, che in breve tempo potrà dare al soggetto le indicazioni necessarie per star bene.

Nel frattempo si può provare la Tecnica della Respirazione Lenta. Una tecnica che prevede di fare un’inspirazione della durata di 3 secondi seguita da espirazione di 3 secondi, senza soste, in modo continuato per tre minuti. Il respiro deve essere normale, né troppo profondo, né troppo superficiale.

Questa respirazione serve a ripristinare l’equilibrio tra ossigeno e anidride carbonica all’interno dell’organismo. Uno squilibrio fra questi due fattori, infatti, produce i sintomi dell’ansia.

È necessario esercitarsi almeno 2 volte al giorno con l’orologio alla mano, finché si è in grado di farla senza guardare i secondi che scorrono. È possibile usare questa tecnica tutte le volte che sentiamo l’ansia salire.

Last Update: 1 Maggio 2020  

Floriana Ventura  Psicologia
Floriana Ventura

Floriana Ventura

Psicologa clinica e psicoterapeuta, ho frequentato la scuola di specializzazione quadriennale conseguendo il titolo Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale. Mi occupo del benessere psicologico, di gestione del peso corporeo e degli ostacoli psicologici collegati ad esso, della sfera dei disturbi d’ansia e degli attacchi di panico, ma anche di problemi legati all’insonnia. Per Melarossa rispondo alle domande degli utenti nella sezione psicologia.

Related Posts