Reflusso gastroesofageo e pasti frettolosi: come riuscire a perdere peso?

Spesso i ritmi frenetici sono nemici della sana alimentazione e del benessere, ma è importante dedicare al mangiar sano il giusto tempo e la giusta attenzione, specialmente in presenza di patologie. È fondamentale suddividere in maniera equilibrata i nutrienti tra i pasti: i carboidrati devono rappresentare la principale fonte di energia (un piatto di pasta e un po’ di pane ogni giorno) ma è necessario mangiare anche le proteine (2/3 volte a settimana il pesce, 2/3 volte la carne, meglio se bianca, una volta due uova, una volta 40-50 grammi di formaggi freschi e poi legumi, soia e derivati, che sono ottime fonti di proteine di origine vegetale. Con un po’ di attenzione e una discreta attività fisica, è possibile perdere qualche chilo e sentirsi meglio. Per quanto riguarda il reflusso, è importante cercare di prendersi il giusto tempo per mangiare, non appesantire troppo i pasti, specie la sera, e non coricarsi troppo a ridosso della cena per non acuire i disturbi.

Last Update: 21 Aprile 2020  

Eleonora Sarmi  Patologie
Eleonora Sarmi

Eleonora Sarmi

Laureata in Scienze dell’alimentazione, sono esperta di sicurezza alimentare e nutrizione, con un focus specifico sull’aspetto medico. Ho diverse esperienze di intership come nutrizionista, in particolare presso il “Ruaraka Uhai Neema Hospital”, Nairobi (Kenya). Per Melarossa mi occupo soprattutto degli approfondimenti che riguardano gli alimenti.

Related Posts