Va bene mangiare le verdure sotto forma di passati e centrifugati?

I passati e centrifugati sono degli ottimi rimedi (specie con bambini e persone che non amano le verdure) anche se, rispetto alle verdure non passate, perdono un po’ di fibra: per ovviare al problema, un consiglio potrebbe essere quello di aumentare il consumo di prodotti come pasta e pane integrali al posto di quelli “bianchi”.

Gli antiossidanti restano invece invariati e, purché nel passato si utilizzi anche l’acqua di cottura, si conservano anche i sali minerali, che altrimenti verrebbero meno.

Le vitamine, invece, inevitabilmente sono compromesse dalla cottura (anche nel caso di verdure non passate), per questo l’ideale è inserire nella dieta anche della frutta fresca (da consumare appena tagliata e sbucciata) e/o spremute (anche queste da consumare subito dopo averle preparate, per non far “ossidare” le vitamine diminuendo il loro potere protettivo) e verdure crude (carote, sedani, finocchi senza condimento possono essere inseriti nella dieta anche come snack per spezzare la fame).

Last Update: 17 Aprile 2020  

Eleonora Sarmi  Sostituzioni A Dieta
Eleonora Sarmi

Eleonora Sarmi

Laureata in Scienze dell’alimentazione, sono esperta di sicurezza alimentare e nutrizione, con un focus specifico sull’aspetto medico. Ho diverse esperienze di intership come nutrizionista, in particolare presso il “Ruaraka Uhai Neema Hospital”, Nairobi (Kenya). Per Melarossa mi occupo soprattutto degli approfondimenti che riguardano gli alimenti.

Related Posts