Con un neonato e gli orari sballati, come si può affrontare una dieta?

Prima di tutto, la dieta non deve essere interpretata come una punizione e/o una fatica, piuttosto deve essere l’inizio di un nuovo stile di vita che comprenda sana alimentazione e attività fisica (che consiste anche nell’approfittare di ogni momento per essere attiva: fare le scale a piedi, passeggiare ecc.). 

Nonostante un figlio piccolo, bisogna cercare di darsi degli orari dei pasti (che serviranno anche al bambino per avere delle “regole”), così sarà più semplice mangiare in modo contenuto e regolare. Per il resto, se può aiutare a gestire la dieta, non è indispensabile mangiare cose diverse rispetto ai propri familiari, l’importante è seguire le indicazioni della dieta e rispettare i condimenti. 

Ad esempio, se la dieta prevede minestrone con 50 g di pasta e 1/2 cucchiaio di olio (meglio se extravergine di oliva), ci si può anche cucinare della pasta asciutta con pomodoro, basta rispettare i 50 g di pasta e il 1/2 cucchiaio di olio.

Last Update: 29 Aprile 2020  

Eleonora Sarmi  Domande Sul Dimagrimento
Eleonora Sarmi

Eleonora Sarmi

Laureata in Scienze dell’alimentazione, sono esperta di sicurezza alimentare e nutrizione, con un focus specifico sull’aspetto medico. Ho diverse esperienze di intership come nutrizionista, in particolare presso il “Ruaraka Uhai Neema Hospital”, Nairobi (Kenya). Per Melarossa mi occupo soprattutto degli approfondimenti che riguardano gli alimenti.

Related Posts