Olio extravergine di oliva: quando e come usarlo?

L’olio extra-vergine di oliva è il miglior grasso da condimento esistente, sia a crudo che per cucinare. 

Le alte temperature possono alterare i legami degli alimenti, rendendoli più “pericolosi” per la salute.

Tra i grassi l’olio extra-vergine di oliva è quello che ha la migliore “stabilità” e andrebbe sempre privilegiato in cucina, almeno dal punto di vista salutistico.

Sarebbe meglio poter usare i condimenti a fine cottura, aggiungendo l’olio extra-vergine di oliva a crudo ma è normale, anche in una dieta ipocalorica, usare l’olio per cucinare.

Evitare soffritti prolungati e cercare sempre di aggiungere “liquidi” durante la cottura per poter rispettare le quantità di olio previste dal menù.

Last Update: 19 Maggio 2020  

Eleonora Sarmi  Alimenti E Calorie
Eleonora Sarmi

Eleonora Sarmi

Laureata in Scienze dell’alimentazione, sono esperta di sicurezza alimentare e nutrizione, con un focus specifico sull’aspetto medico. Ho diverse esperienze di intership come nutrizionista, in particolare presso il “Ruaraka Uhai Neema Hospital”, Nairobi (Kenya). Per Melarossa mi occupo soprattutto degli approfondimenti che riguardano gli alimenti.

Related Posts