Annuncio pubblicitario

Come aiutare un’adolescente con problemi di cibo dopo separazione dei genitori?

Credo che suo figlio sia in difficoltà e che stia esprimendo il suo disagio attraverso il cibo. Dalle poche righe che mi scrive, posso notare alcuni dei fattori di rischio per lo sviluppo di un disturbo alimentare come:

  • sovrappeso (e il disagio ad esso connesso)
  • evento della separazione dei genitori
  • periodo di sviluppo in cui si trova suo figlio (l’adolescenza).

Perdita di peso, il sentirsi “pieno” e  il vomito, sono infine aspetti da non sottovalutare mai ma da prendere subito in carico affinché il sintomo non si cronicizzi e provochi dei danni funzionali.

Per questo, più che preoccuparsi, deve cercare il prima possibile aiuto contattando professionisti e/o strutture che si occupino di disturbi alimentari legati in particolar modo all’adolescenza. Solo così potrà essere tranquilla di aver dato al ragazzi (e indirettamente anche a lei) la possibilità di dare una voce alla sua sofferenza che per adesso non trova altro canale per esprimersi se non attraverso il corpo e il cibo.

Last Update: 28 Aprile 2020  

Silvan Sara  Genitori E Figli

Rimani aggiornato sulle novità di Melarossa.it

Altri articoli

Annuncio pubblicitario
Silvan Sara

Silvan Sara

Psicologa, specializzanda in psicoterapia cognitiva ad orientamento costruttivista. Offro servizi di consulenze psicologiche rivolte in particolar modo ai bambini e agli adolescenti su Siena e Firenze. Affianco l’attività professionale a quella di docente di corsi di formazione per genitori ed insegnanti presso scuole materne di Siena. Per Melarossa mi occupo di rispondere alle domande degli utenti nella sezione psicologia.

Annuncio pubblicitario

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Annuncio pubblicitario