Annuncio pubblicitario

Challenge squat: come allenarsi per avere dei risultati

E’ preferibile fare tutti insieme gli squats, ma se è troppo difficile e si sente il bisogno di fare delle pause (sopratutto per chi è poco allenato), si può gestire l’allenamento in questo modo:

cercare di fare tutti quelli che si riesce a fare, andando ad esaurimento muscolare in una sola serie. Poi fare un recupero di 2 o 3 minuti e finire la serie. L’ obiettivo sarà quello di fare meno pause possibili fino alla conclusione della serie. Facendo cosi, già alla seconda settimana, sarà fattibile fare una serie con più squat di seguito rispetto alla prima settimana.

Scopri tutto sul challenge squat.

Dopo il challenge: cosa fare

Alla fine della sfida challenge squat,  si raggiungerà comunque l’obbiettivo.  Il consiglio è quello di passare ad un’altra sfida e di provare  il Challenge della plank. Con questa nuova sfida, si lavorano gli addominali per variare l’allenamento. Poi  si ritorna agli squat dopo un paio di mesi.

Annuncio pubblicitario

Va ricordato che è buona norma praticare una completa visita medico-sportiva prima di iniziare una costante attività fisica per evitare di incorrere in potenziali rischi per la salute.

Last Update: 18 Aprile 2020  

Giovanna Lecis  Fitness

Rimani aggiornato sulle novità di Melarossa.it

Altri articoli

Annuncio pubblicitario
Giovanna Lecis

Giovanna Lecis

Campionessa mondiale di aerobica sportiva, insegno ginnastica, stretching e total body. A questa attività affianca collaborazioni televisive, come le lezioni di fitness su Arturo. Per Melarossa mi occupo di rispondere alle domande degli utenti che riguardano fitness e benessere corporeo.

Annuncio pubblicitario

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter

Annuncio pubblicitario