Ernia cervicale, che fare?

  1. Home
  2. Wiki di Melarossa
  3. Fitness
  4. Ernia cervicale, che fare?

L’ernia cervicale non è altro che una sporgenza del disco intervertebrale che comprime le radici nervose dirette ad un arto superiore. Spesso il dolore al collo s’irradia lungo il braccio e il dolore può aumentare in base al livello dell’ernia.

Dopo alcuni mesi di solito, un’ernia discale si disidrata e si guarisce da soli. Ma è sempre bene consultare il medico prima di iniziare un’attività sportiva. E’ lui che conosce il quadro clinico e può dare l’idoneità all’attività fisica.

Se non si è fase acuta, la cosa fondamentale è “non svegliare il cane che dorme” evitare cioè di infiammare la zona. Gli esercizi cui si deve stare attento, sono quelli che danno carico alla zona cervicale. Per cui . bisogna evitare le spinte dei pesi sopra al capo, i piegamenti sulle braccia, le alzate laterali e i piegamenti per i tricipiti.

Per il resto, si possono fare tutti gli esercizi della parte inferiore del corpo.  Con gli esercizi per gli addominali, bisogna fare bene attenzione a sostenere il capo con le mani dietro la nuca sollevando le spalle da terra senza tirarti il collo. Il mento deve rimanere alto e la testa è rilassata sulle mani evitando di azionare i muscoli del collo.

Il consiglio è di evitare i crunch inversi perché si crea troppa tensione sulla cervicale. Inoltre vanno evitatati i salti e la corsa compresa.

Molto importante, invece, fare dello stretching dei muscoli del collo per distendere e rilassare tutta la zona cervicale.

E’ buona norma sottoporsi a una completa visita medico-sportiva, prima di iniziare una costante attività fisica per evitare di incorrere in potenziali rischi per la salute.

Commenti

Questo articolo è stato utile?

Articoli correlati

Commenti