Come organizzo al meglio la dieta se vivo in Giappone?

La dieta Melarossa è suddivisa in tre pasti principali e due o tre spuntini per cercare di ripartire gli alimenti durante l’intero arco della giornata, in modo da non far sentire mai la fame. Stili di vita e abitudini, però, sono diversi da persona a persona, quindi, nel rispetto del menu, è possibile adattare la dieta alle esigenze personali.

Si può, per esempio, spostare gli alimenti da un momento all’altro della giornata: la dieta funziona comunque se si mangia la frutta dopo pranzo piuttosto che a metà mattina o il latte a merenda invece che a colazione.

I menù sono bilanciati nell’arco della giornata e i macro e micro nutrienti nell’arco della settimana, quindi è possibile adeguare la dieta alle proprie abitudini senza paura di ostacolare il dimagrimento.

Anche gli alimenti proposti possono essere sostituiti: l’importante è farlo all’interno dello stesso gruppo. Se a pranzo è prevista pasta, non c’è problema se si mangiano riso o altri cereali (l’importante è cercare di rispettare le porzioni e i condimenti). Ugualmente, se invece della carne si vuole mangiare pesce (o un altro tipo di carne) è possibile farlo. Nella guida ABC delle sostituzioni di Melarossa sono disponibili tanti suggerimenti su come gestire al meglio la dieta.

Last Update: 28 Aprile 2020  

Eleonora Sarmi  Dubbi Sulla Dieta Melarossa
Eleonora Sarmi

Eleonora Sarmi

Laureata in Scienze dell’alimentazione, sono esperta di sicurezza alimentare e nutrizione, con un focus specifico sull’aspetto medico. Ho diverse esperienze di intership come nutrizionista, in particolare presso il “Ruaraka Uhai Neema Hospital”, Nairobi (Kenya). Per Melarossa mi occupo soprattutto degli approfondimenti che riguardano gli alimenti.

Related Posts