La sangria analcolica alla melagrana per i tuoi brindisi light delle feste

Dagli aperitivi per scambiarsi gli auguri al brindisi di fine anno, vino e bollicine sono i protagonisti immancabili delle feste di Natale. E, senza eccessi, va benissimo che sia così: un bicchiere di vino ai pasti o una flûte di spumante per salutare il nuovo anno sono un piacevole accompagnamento che non compromette né la salute né la dieta. Ma, si sa, durante le feste le occasioni per brindare si moltiplicano e il rischio è di far lievitare un po’ troppo la quota di alcol che si assume. La sangria analcolica alla melagrana è la nostra alternativa, light e genuina, per i tuoi brindisi di Natale.

Alcol, calorie “vuote” senza nutrienti: meglio non esagerare

Anche l’alcol contiene calorie, ben 7 a grammo. Si tratta di calorie “vuote”, che non apportano nutrienti benefici per il tuo corpo. Ecco perché a dieta è meglio non abusarne. Ma troppo alcol non fa bene neanche alla salute: l’etanolo, che è il costituente fondamentale di ogni bevanda alcolica, è infatti una sostanza estranea all’organismo e non essenziale, che può diventare tossica se consumata oltre certi limiti.

Naturalmente, bere alcol saltuariamente e in piccole quantità non comporta alcun rischio. Un bicchiere di vino rosso apporta, anzi, una sostanza benefica, il resveratrolo, ad azione antiossidante: 3-4 bicchieri alla settimana sono quindi consentiti, meglio se bevuti durante i pasti in modo che l’alcol sia assorbito più lentamente e il nostro organismo riesca a metabolizzarlo.

Diverso è il discorso per i superalcolici, che hanno un livello di alcol etilico superiore al 21% in volume per effetto della fermentazione degli zuccheri e che per questo è meglio evitare il più possibile.

sangria analcolica light alla melagrana ricetta

La sangria analcolica alla melagrana: la bevanda light e alcol free per brindare durante le feste

Nella ricetta tradizionale spagnola, la sangria si prepara con frutta (arance, limoni, pesche, mele) lasciata in infusione in una miscela di vino rosso, cointreau o brandy e zucchero e aromatizzata con spezie come cannella e chiodi di garofano. Una bevanda perfetta per una serata di chiacchiere, sorrisi, buon cibo e brindisi in compagnia.

Ma, considerato che durante le feste di Natale i momenti di convivialità in cui incontrarsi, mangiare insieme e brindare sono tantissimi, farlo sorseggiando sempre sangria non sarebbe proprio il massimo, né per la dieta, né per la salute.

Noi di Melarossa ti proponiamo una variante alcol free della sangria a base di succo di melagrana, frutto antiossidante e tradizionalmente considerato di buon auspicio, quindi perfetto durante le feste di Natale. Un’idea più genuina e meno calorica, perché priva di alcol e zuccheri aggiunti, ma comunque molto gustosa e, grazie alla melagrana, di un colore rosso che richiama la sangria originale.

Ecco la ricetta per prepararla.

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 500 g di succo di melagrana senza zucchero
  • 100 g di succo di mela
  • 2 arance non trattate
  • 2 mele
  • 1 pera
  • ½ limone non trattato
  • 1 stecca di cannella
  • anice stellato

Preparazione:

Sbuccia le mele e la pera e tagliale a cubetti, spremi un’arancia e taglia a fette l’altra, taglia a fette anche il limone. Versa in una ciotola capiente il succo di melagrana, il succo di mela, il succo d’arancia appena spremuto, le mele e le pere a cubetti e l’arancia e il limone a fette, unisci anche la stecca di cannella e l’anice stellato. Mescola e lascia riposare la sangria per circa due ore in frigorifero o in un posto fresco, fino al momento di servirla.

Vuoi altre idee alcol free da sorseggiare insieme ai tuoi ospiti per Natale? Prova i cocktail analcolici di Melarossa per i tuoi aperitivi light delle feste!

Tiziana Landi

Tiziana Landi

Laureata in Scienze della Comunicazione, sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. Sono esperta di cucina light e alimentazione sana e all'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.

Related Posts