Lunch box per il pranzo in ufficio: i consigli per sceglierla e 10 modelli selezionati per te

La lunch box è una compagna indispensabile se mangi in ufficio e preferisci portarti il pranzo da casa. Una scelta che, specie se sei a dieta, è particolarmente utile per seguire meglio il tuo percorso e perdere peso più facilmente, perché:

  • ti dà la sicurezza di riuscire a mangiare esattamente i piatti previsti dal tuo menù, che magari non troveresti al bar o al ristorante;
  • ti permette di controllare meglio ingredienti, quantità e soprattutto condimenti, che possono far salire la quota calorica del tuo pranzo.

Ma, anche se non sei a dieta, portarti il pranzo in ufficio ti permette di mangiare sano e di risparmiare tempo e denaro. E, con un po’ di organizzazione, non è neanche troppo difficile. Ti basta seguire i consigli di Melarossa e sfruttare le ricette che trovi nella sezione “Ricette light” del sito: tra panini, piadine, insalate, paste fredde, piatti unici, torte salate, polpette, burger, sono tantissime le idee per una pausa pranzo veloce da preparare, nutriente, completa e comoda da trasportare.

E qui entra in gioco la tua alleata: la lunch box. Letteralmente una scatola, un contenitore per trasportare il tuo pranzo, ma in realtà molto di più. Perché le lunch box si sono così evolute nei modelli, nei materiali e nelle forme che usare quella giusta può fare la differenza per rendere l’organizzazione dei tuoi pasti in ufficio molto più semplice e la tua pausa pranzo molto più piacevole e gustosa.

Ecco qualche consiglio per scegliere la tua lunch box e 10 modelli selezionati per te da Melarossa.

lunch box pranzo ufficio consigli per sceglierla

6 caratteristiche della perfetta lunch box

Ha diversi scomparti: questo ti dà la possibilità di separare i vari alimenti e di evitare che sapori e ingredienti si mescolino. Puoi scegliere una lunch box composta da un contenitore singolo, diviso in scomparti, oppure da contenitori separati, meglio se impilabili.

E’ lavabile in lavastoviglie: una lunch box che non devi lavare a mano al rientro dal lavoro è molto più pratica da usare. Non sottovalutare questo aspetto, che ti farà risparmiare tempo e renderà più semplice l’organizzazione del tuo pranzo in ufficio.

E’ adatta al forno a microonde: in questo modo potrai riscaldare i tuoi pasti e avrai a disposizione una gamma di piatti da preparare molto più ampia. Non dovrai limitarti a piatti freddi ma potrai spaziare tra zuppe, minestre e qualunque ricetta richieda di essere scaldata.

Ha l’interno isolante freddo/caldo per assicurare una migliore conservazione degli alimenti.

E’ dotata di posate: se le posate sono abbinate alla lunch box non rischierai di dimenticartele e, dopo il pranzo, potrai riporle nell’apposito alloggio invece di lasciarle in giro in borsa.

E’ leggera e poco ingombrante: considerato che dovrai portarla con te in ufficio e poi riportarla a casa, più la tua lunch box è snella, leggera e maneggevole, più risulterà comoda. Oggi i materiali disponibili sono così tanti, dal silicone al legno, dall’acciaio inossidabile al polipropilene, e le forme così varie, dal classico contenitore rettangolare alle ciotoline circolari da impilare, che non ti sarà difficile scegliere il modello più adatto alle tue esigenze e allo spazio che hai a disposizione.

Lunch box: 10 modelli scelti per te da Melarossa

1 – TATAY Urban Food Stars

2 – Comfook Lunch Bento Box

3 – KATELUO Bento Lunch Box

4 – Sinwind Lunch Box

5 – OXO Good Grips

6 – COM-FOUR® Lunch box”Flamingo”

7 – 3-Layer Impilabile Lunch Box Isolato

8 – Atthys Lunch Box bambù Nero

9 – SPICE Amarillo Bio

10 – Comfook Scatola Pranzo

Tiziana Landi

Tiziana Landi

Laureata in Scienze della Comunicazione, sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. Sono esperta di cucina light e alimentazione sana e all'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.

Related Posts