Home Nutrizione Cibo e Salute Bere acqua: perché è importante mantenersi idratati quando fa caldo?

Bere acqua: perché è importante mantenersi idratati quando fa caldo?

CONDIVIDI
bere acqua per mantenersi idratati quando fa caldo

Bere acqua di più appena il termometro sale è normale perché la sensazione di sete aumenta. Ma non per tutti è così: anziani e bambini sentono meno la sete e sono molte le persone che durante l’anno non bevono a sufficienza e che quindi, anche in estate, non si preoccupano di bere  acqua per idratarsi. Un errore, perché basta che la colonnina di mercurio salga di pochi gradi (da 24 a 31°C) per far raddoppiare la quantità d’acqua che perdiamo con il sudore e la traspirazione.

Per questo, come ricorda l’INRAN (Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione), dovremmo bere ogni giorno acqua in abbondanza – e in estate ancora di più – perché l’acqua è un elemento essenziale per il nostro organismo. Idratarsi è fondamentale per la salute e per il benessere del corpo umano. Scopriamo perché è importante.

Bere acqua fa bene alla salute: rende più sani e scattanti

Il corpo umano è composto principalmente da acqua. Appena nati, infatti, rappresenta il 75% del nostro peso, ma con l’avanzare dell’età questa percentuale diminuisce: negli adulti si aggira intorno al 55/60% e nell’anziano scende ulteriormente.  Anche il sesso fa la differenza: sai, per esempio, che il corpo della donna, dall’adolescenza in poi, è più povero di acqua e contiene una maggiore percentuale di tessuto adiposo?

L’acqua è un elemento essenziale per il corretto funzionamento del nostro organismo perché è indispensabile per lo svolgimento di tutti i processi fisiologici e le reazioni biochimiche che avvengono nel nostro corpo.

Gioca, per esempio, un ruolo fondamentale nella digestione, nell’assorbimento, nel trasporto e nell’utilizzo dei nutrienti e delle vitamine: senza acqua, siamo meno capaci di assimilare e sfruttare tutte quelle sostanze indispensabili per la nostra salute e il nostro benessere quotidiano.

Una corretta idratazione ci fa anche essere più energici, reattivi e scattanti, non solo fisicamente ma anche mentalmente: molti studi hanno dimostrato che bere acqua a sufficienza aiuta a tenere alte l’attenzione e la concentrazione.

L’acqua è anche un prezioso alleato per chi segue una dieta perché aumenta il volume gastrico e induce un immediato senso di pienezza, quindi se bevi ti sentirai più sazio e tenderai a mangiare di meno. E, visto che è tempo di scoprirsi, un consiglio per tutte le donne che combattono contro la cellulite: l’acqua ha un effetto drenante, quindi bere molto aiuta anche ad attenuare buccia d’arancia e cuscinetti!

Che succede se non bevo abbastanza?

Per capire quanto l’acqua sia essenziale per la nostra salute è sufficiente questo dato: basta una disidratazione di appena l’1% del peso corporeo per compromettere le nostre attività e le performance fisiche del nostro organismo. Man mano che la disidratazione peggiora e le nostre riserve d’acqua scarseggiano, possono comparire crampi, debolezza, irritabilità, fino ad arrivare, nei casi più gravi, al rischio di colpi di calore.

“Se non idratiamo sufficientemente il nostro corpo –  conferma Luca Piretta, medico nutrizionista della SISA  – rischiamo effetti collaterali anche gravi: secchezza della pelle e delle mucose, aumento della temperatura corporea, intossicazione di reni e fegato, rallentamento della funzione intestinale e, di conseguenza, dell’assimilazione dei nutrienti”.

Per questo è importante prestare attenzione al principale segnale d’allarme che il nostro corpo ci invia: il senso di sete, un regolatore che ci fa capire che è arrivato il momento di bere acqua.

Il meccanismo della sete ha però un tempo di risposta ritardato: spesso si attiva solo quando la perdita di acqua è già troppo seria oppure, nel caso degli anziani, funziona male. Ecco perché è importante bere regolarmente e a sufficienza senza aspettare di avere sete. Sei anche tu una delle tante persone che si dimenticano di bere? Melarossa ti dà una mano con la Aquaclock, l’App per iPhone che calcola il tuo fabbisogno quotidiano d’acqua e ti ricorda di bere!

Scaricala qui!

applicazione acquaclock

Quanto acqua devo bere al giorno per essere in salute?

Ecco alcune semplici regole che puoi seguire per assicurarti ogni giorno la giusta dose d’acqua:

le regole per la giusta dose giornaliera di acqua

Faccio sport: devo bere di più?

Se fai sport devi prestare particolare attenzione a bere acqua in abbondanza: il tuo fabbisogno di liquidi, infatti, aumenta per reintegrare le perdite di acqua e sali minerali (soprattutto sodio e potassio) causate dal sudore. Se svolgi un’attività di moderata intensità, la sudorazione si aggira in genere intorno a 1-2 litri per ora, ma può arrivare sino a 4-6 litri per ora per attività particolarmente intense.

Un consiglio: non è necessario ricorrere ad integratori o bevande energetiche e saline perché la semplice acqua e unalimentazione ricca di frutta e verdura sono sufficienti a restituirti tutti i liquidi che hai perso.

Acqua: fai il pieno a tavola!

Oltre al bere, puoi fare il pieno di acqua anche portando a tavola tutti quei cibi che ne sono particolarmente ricchi: soprattutto frutta, ortaggi, verdura e latte (costituiti per oltre l’85% da acqua), ma anche carne, pesce, uova, formaggi freschi (50-80%), pane e pizza (20-40%), pasta e riso cotti  (60-65%). Adesso che l’estate è arrivato, approfittane per consumare in abbondanza anguria e  zucchine  che contengono acqua  per il 90% del loro peso!

Commenti
CONDIVIDI
Sono nata in Francia ma vivo in Italia da 20 anni. Prima di diventare pubblicista, ho fatto l’insegnante di sport (ISEF) in Francia e l’attrice per 10 anni. Appassionata di salute e benessere, collaboro per Melarossa da 5 anni, scrivo soprattutto di fitness e gestisco la pagina Facebook. Mi piace molto il mio lavoro perché è molto creativo e abbiamo molti rapporti con gli utenti a cui cerchiamo di dare una mano per rimanere sempre positivi durante il loro percorso.