Home Nutrizione Alimenti dalla A alla Z Melagrana, i benefici per la salute

Melagrana, i benefici per la salute

CONDIVIDI
melograno, i benefici per la salute

La melagrana è un concentrato di bellezza e di proprietà benefiche, ideale per fare il pieno di salute in vista dell’inverno. Un vero blister di integratori, che aggiunto alla tua dieta ti aiuterà a rimanere in forma. Per 100 g edibili del nostro frutto, 80 sono di acqua, 13 di zuccheri, 4 di fibre, 1 di proteine, per un totale di 63 kcal. Lo stesso quantitativo di prodotto ci fornisce 20 mg di vitamina C, 250 mg di potassio, 22 mg di fosforo e discrete quantità di sodio, magnesio e ferro, più tracce di zinco, manganese e rame.

Proprietà e caratteristiche del succo di melagrana

Il potere medicamentoso della melagrana l’aveva già scoperto l’illustre Ippocrate, secoli e secoli fa. Lo scienza moderna conferma questa sapienza medica antica e oggi è addirittura sotto la lente di ingrandimento la funzione anticancerogena del nostro frutto. I suoi polifenoli con il loro potere antiossidante contrastano l’azione dei radicali liberi, preservando la giovinezza cellulare.

Ma è soprattutto l’acido ellagico – di cui la melagrana è ricca – ad avere proprietà antitumorali, con particolare efficacia contro il cancro alla mammella, alla pelle, ai polmoni e alla prostata, dei quali arresterebbe la progressione.

I benefici della melagrana iniziano dalla sua buccia ricca di tannini, hanno proprietà astringenti e molto utili in caso di emorragie e se utilizzate in decotto, possiedono un comprovato effetto anti-diarrea e la corteccia del melograno pare sia un ottimo rimedio contro la tenia. Anche i fori di questo frutto possono donare benefici, l’infuso dei fiori dà sollievo alle gengive, mentre i semi stimolano la diuresi.
Ma è il frutto vero e proprio a possedere le virtù migliori: il mix vincente di polifenoli, flavonoidi e vitamina C rende il succo della melagrana un elisir di giovinezza, grazie al suo potere antiossidante (per avere un’idea sulle quantità basti pensare che il succo di melagrana contiene il triplo dei flavonoidi del te’ verde e un solo bicchiere di succo di melagrana contiene circa il 40% dei nostri bisogni giornalieri di vitamina C).

Niente male anche la sua funzione vaso-protettrice e gastro-protettrice.

La melagrana è un viagra naturale?

Miti, leggende, tradizioni letterarie e popolari raccontano la melagrana come frutto della fertilità. Bene, non si allontanano molto dal vero, parola della scienza.

Un recente studio dell’Università di Edimburgo dimostra infatti che gli uomini che assumono succo di melagrana con regolarità registrano un aumento dei livelli di testosterone quasi del 30%, con ottime chances di risoluzione di problemi quali la mancanza di desiderio sessuale e la disfunzione erettile.

Un pieno di antiossidanti

Ma il rosso non è solo il colore dell’amore. Il gruppo di frutta e verdure di questa tinta, del quale la melagrana è un esponente titolatissimo, questa pigmentazione sta a segnalare un alto contenuto di due fitocomposti con azione antiossidante: il licopene e le antocianine.

E questo gruppo di colore tipicamente fornisce anche la vitamina C, un nutriente importantissimo in grande quantità. Se assunta, infatti, giornalmente in almeno 200 mg (il fabbisogno medio europeo è di 90 mg al giorno per gli uomini e 80 mg per le donne), questa vitamina contribuisce al mantenimento della normale funzione del sistema immunitario durante e dopo uno sforzo fisico intenso, alla normale formazione del collagene e alla normale funzione delle ossa, di cartilagini, gengive, pelle e denti.

E favorisce l’assorbimento del ferro presente negli altri alimenti.

Una piccola controindicazione

Anche un frutto così perfetto ha un neo. Meglio, ha una caratteristica che è bene conoscere per non avere spiacevoli sorprese: il succo di melagrana può interferire con l’assorbimento di alcuni principi attivi contenuti nei farmaci. L’effetto più frequente delle sostanze contenute nella nostro frutto è quello di impedire alle molecole dei farmaci di penetrare nelle cellule. Se si prendono medicinali, insomma, è il caso di fare attenzione alle interazioni.

La melagrana per la tua beauty routine

La melagrana rende sani e belli anche se spalmata. Per esempio, con pochissima fatica, si può ricavare a casa propria una crema anti età a base del nostro frutto davvero niente male. Basta frullare i grani di metà melagrana assieme a 1 cucchiaino di miele, 1 cucchiaio di avena e 1 di olio extravergine di oliva; stendi il composto sul viso e aspettare 25 minuti prima di risciacquare.

Non per niente fin dall’antichità la melagrana è simbolo di giovinezza eterna…

Per i buongustai

Bene, dopo avere un po’ esplorato i prodigi della melagrana, sarebbe folle non farne il pieno nel breve periodo dell’anno in cui c’è. Tanto più che sono molte e sfiziose, le ricette in cui si può utilizzare e bastano pochi grani di melagrana per dare a un piatto una grinta tutta particolare.

spremuta di melagrana, arancia e pompelmo

Commenti