Victoria’s Secret cancella lo show di Natale: “Il brand deve evolversi”. Verso un ideale di bellezza meno esclusiva

Victoria’s Secret: il tradizionale e attesissimo fashion show di Natale quest’anno non ci sarà. Il celebre brand statunitense di intimo ha appena ufficializzato la sua decisione di cancellare lo spettacolo con cui ogni anno dal 1995, nel periodo natalizio, presentava le sue collezioni.

Una notizia che circolava già dalla scorsa estate, quando uno degli Angeli, Shanina Shaik, se l’era lasciata sfuggire. Ora è arrivata la conferma di L Brands, l’azienda proprietaria di Victoria’s Secret.

“Crediamo sia importante che il brand si evolva”. Così Stuart Burgdoerfer, Chief Financial Officer di L Brands, ha motivato la scelta di rinunciare, dopo quasi 25 anni, allo show che ha lanciato modelle del calibro di Adriana Lima.

Bellezza troppo inclusiva: critiche, calo di vendite e Angeli in fuga

Karlie Kloss, ex Angel di Victoria's Secret

Una decisione su cui ha certamente pesato il calo di vendite registrato negli ultimi due anni. L’azienda resta il leader indiscusso dell’intimo ma qualcosa, nella sua fama e nell’aura di meravigliosa perfezione che la circondava, si è incrinato. Prova ne è la presa di distanza da parte di molte delle sue stesse modelle. Come Karlie Kloss (foto sopra), che nel 2015, dopo due anni di collaborazione, ha deciso di abbandonare il marchio motivando così, la scorsa estate, la sua scelta.

“Il motivo per cui ho deciso di smettere di lavorare con Victoria’s Secret è che non pensavo che quella immagine riflettesse veramente chi sono e il tipo di messaggio che voglio inviare alle giovani donne di tutto il mondo su cosa significhi essere bellissime”. Karlie Kloss

Dopo le accuse di farsi portatore di un’ideale di bellezza poco inclusiva, il brand ha deciso che fosse tempo di dare un segnale di cambiamento. Prima ingaggiando tra i suoi Angeli una modella transgender, la brasiliana Valentina Sampaio, e una che veste la taglia 46, l’americana Ali Tate Cutler. E provando, così, a mettere una pezza sulla criticatissima uscita dell’allora Chief Marketing Officer, Ed Razek, che l’anno scorso aveva dichiarato che nello show non c’era posto per modelle plus size e transgender.

Ora, la decisione di dire addio alla sua sfilata di punta. Evidentemente, dopo aver costruito la sua fama sui fisici statuari di modelle così perfette da meritare l’appellativo di “Angeli”, ma in cui difficilmente una donna può riconoscersi, adesso Victoria’s Secret sta virando verso un ideale di bellezza femminile meno patinato ed esclusivo, più a misura di tutte le donne.

Foto: Instagram

Tiziana Landi

Tiziana Landi

Laureata in Scienze della Comunicazione, sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. Sono esperta di cucina light e alimentazione sana e all'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.

Related Posts

Non ci sono risultati