Fitness Scrivi alla personal trainer Salto con la fune

Salto con la fune

CONDIVIDI

DOMANDA

Salve, sono un ragazzo di 29 anni, e ho una protrusione discale l5-s1 da 3 anni.

Faccio piscina da 1 anno, potrei fare il salto della corda iniziando da piccoli saltelli fino ad arrivare a velocità normale ?

In attesa di una risposta vi ringrazio in anticipo 

Raffaele Piemontese

RISPOSTA

Ciao Raffaele, la protrusione discale è un problema piuttosto diffuso e a volte con questa patologia ci si  convive per tutta la vita senza nemmeno accorgersene, ma non tutti sono fortunati e quando arriva l’infiammazione ecco che arrivano gli attacchi di lombalgia, sciatalgia etc. Il medico consiglia spesso l’attività fisica ma con accortezza al fine  di evitare che si arrivi alla fase acuta e quindi al dolore. L’attività in acqua è da sempre considerata la disciplina sportiva ideale per chi soffre di protrusioni o ernie in quanto in acqua si è in assenza di gravita’ e non si corre il rischio di caricare troppo la colonna. Io personalmente consiglio comunque di associare l’allenamento in acqua ad esercizi di tonificazione e di allungamento specifici poiché  la vita reale e i movimenti di tutti i giorni sono proprio al di fuori dell’ ambiente acquatico.

Detto cio’ il salto alla corda non è proprio l’esercizio fisico che ti consiglierei: il problema  è la fase di volo con conseguente impatto sul pavimento, un carico eccessivo su una colonna non sana significa rischio di  infiammazione e per lo stesso motivo non ti consiglierei neanche la corsa. Il fatto non è fare piccoli saltelli e poi aumentarne la velocità, ad essere incriminati, sono proprio i Saltelli che siano piccoli, grandi, lenti o veloci.Se non sei in fase acuta infatti la cosa fondamentale è “non svegliare il cane che dorme” evitando  cioè di infiammarti.

Questa è la mia opinione, ma l’ultima parola a parer mio ce l’ha sempre il medico, è lui che conosce il tuo quadro clinico e puo’ darti l’idoneita’ all’attivita fisica.

Spero di esserti stata utile, continua a seguirci.

Giovanna

Commenti
CONDIVIDI