Dolcificanti: usati per dimagrire, possono paradossalmente far prendere peso

Usi i dolcificanti al posto dello zucchero per perdere peso? Attento: potresti ottenere l’effetto opposto a quello che desideri, cioè ingrassare invece di dimagrire. A mettere in guardia su questo rischio è una revisione degli studi sul tema condotta dalla University of South Australia e pubblicata sulla rivista Current Atherosclerosis Reports.

Il paradosso dei dolcificanti: invece di far dimagrire, rischiano di far ingrassare

Può sembrare paradossale, ma il meccanismo psicologico alla base di questo effetto è semplice: se usi i dolcificanti al posto dello zuccherò sarai portato a pensare di poterti concedere tutti i tuoi cibi preferiti, perché grazie al dolcificante stai tagliando calorie. Il risultato è che non ridurrai l’assunzione complessiva di zuccheri e, così facendo, invece di dimagrire prenderai peso. E’ quello che secondo gli studiosi è successo alle persone coinvolte negli studi esaminati.

Tra questi c’è una ricerca statunitense che ha monitorato 5mila persone per sette anni. Ne è emerso che chi usava molti dolcificanti aveva preso più peso di chi non li utilizzava.

“I consumatori di questi prodotti non riducono l’assunzione complessiva di zuccheri: usano infatti sia quelli normali che quelli artificiali”, ha detto Peter Clifton, l’autore principale dell’analisi.

I dolcificanti, sia naturali che artificiali, vengono quindi considerati una facile scorciatoia per dimagrire senza cambiare minimamente le proprie abitudini alimentari. Ma usare i dolcificanti continuando a mangiare in modo sregolato non fa perdere peso, anzi rischia di farlo guadagnare.

In più, hanno detto gli studiosi, l’impiego di dolcificanti al posto dello zucchero cambia la composizione della flora batterica e anche questo può essere all’origine dell’aumento di peso.

dolcificanti rischiano di far prendere peso

Il segreto per perdere peso? Non è il dolcificante!

Come ci ha spiegato il nutrizionista, Luca Piretta, nel nostro articolo “A dieta, meglio lo zucchero o il dolcificante?” la chiave per dimagrire sta nel seguire una dieta sana e nel mantenersi attivi. Senza questi due elementi, sostituire lo zucchero con il dolcificante non serve a nulla.

“Usare il dolcificante a dieta – spiega il dottor Piretta – può essere giusto in un contesto di educazione alimentare e non come illusorio metodo per risparmiare le calorie”.

I dolcificanti, del resto, non sono privi di effetti collaterali: alcuni di quelli artificiali, come mannitolo, sorbitolo, xilitolo, possono causare meteorismo, dolori gastrointestinali e diarrea, se ne abusi. E, come ha evidenziato la ricerca australiana, potrebbero anche contribuire ad aumentare il rischio di diabete di tipo 2, proprio perché chi li usa tende a non ridurre il consumo complessivo di zuccheri.

Lo stesso vale per lo zucchero, che se assunto in eccesso aumenta il rischio di obesità, malattie metaboliche e cardiovascolari, ma a piccole dosi è un carburante utile per l’organismo.

Insomma, se il tuo obiettivo è perdere peso, invece di sostituire lo zucchero con il dolcificante, cerca di fare un uso moderato di tutti gli zuccheri. Ma, soprattutto, smetti di pensare che lo zucchero sia l’unico nemico da combattere e rivedi, invece, globalmente le tue abitudini alimentari per renderle più sane.

Non sai da dove cominciare? Iscriviti alla dieta Melarossa, che si ispira alla dieta Mediterranea, regime bilanciato e sano per eccellenza, e ti aiuta a perdere peso mangiando di tutto… compreso lo zucchero!

Fonte: Ansa

Tiziana Landi

Tiziana Landi

Laureata in Scienze della Comunicazione, sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. Sono esperta di cucina light e alimentazione sana e all'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.

Related Posts