CONDIVIDI

Realizzare in casa la granola di fiocchi d’avena senza glutine è semplice e divertente. È l’ideale per una colazione deliziosa e genuina, diversa dal solito, da concedersi come alternativa una volta alla settimana, quando si ha voglia di una coccola dolce.

La versione che ti proponiamo è arricchita di frutta secca e miele aromatizzato ai frutti di bosco. Così, inizierai la tua giornata con gusto ed energia, mantenendo però sotto controllo il peso e la linea.

La granola è una ricetta di origine americana, un goloso mix di cereali croccanti e frutta disidratata, da gustare a colazione in aggiunta al latte o allo yogurt. La ricetta della granola light, grazie a ingredienti energetici ma poco calorici rispetto a quelli tradizionali, può venirti in aiuto in qualsiasi momento della giornata, per esempio quando accusi il classico “languorino”.

Introdurre l’avena nella dieta senza glutine: si può?

L’uso dell’avena in una dieta priva di glutine è attualmente oggetto di dibattito fra gli esperti. Questo perché la maggior parte dei celiaci riesce a inserirla nella propria alimentazione senza avere effetti negativi. Il suggerimento dell’AIC è comunque quello di consumare prodotti a base di avena presenti nel Registro Nazionale dei prodotti senza glutine del ministero della Salute (se vuoi approfondire, leggi qui).

L’avena ha valide proprietà nutrizionali ed è molto ricca di fibre. Per questo motivo, molti celiaci vorrebbero includerla nella propria dieta. Anche lavorata, l’avena mantiene la crusca e il germe, ossia quelle sezioni del chicco conteneti la maggior parte dei nutrienti.

L’avena, inoltre, contiene un elevato tasso di sali minerali (calcio, magnesio, potassio e ferro), è una preziosa fonte di vitamina B1 (tiamina) ed è ricca di proteine. Secondo alcuni studi, contribuisce al regolare funzionamento della tiroide ed è un valido aiuto contro i disordini dell’appetito.

Arricchisci così la tua granola di fiocchi d’avena

Oltre ai fiocchi d’avena, la ricetta della granola prevede anche una quantità limitata di amarene e albicocche disidratate. La frutta disidratata, se consumata al mattino, per colazione, si trasforma in una scorta di energia preziosa per affrontare la giornata.

La frutta secca (nocciole, mandorle e noci) è particolarmente ricca di benefici per l’organismo, essendo fonte vegetale di proteine, sali minerali e fibre. Contiene acidi grassi “buoni”, che proteggono il cuore e offrono energia spendibile subito. Per questo motivo, aggiungere alla granola di fiocchi d’avena la frutta secca aiuta ad affrontare la giornata con sprint e rende questa ricetta adatta agli sportivi.

La ricetta della granola di fiocchi d’avena con frutta secca e amarene è un’idea di Alice Gorgatti del sito mangiamo.celi.

Come preparare la granola di fiocchi d’avena

Calorie totali: 1728 kcal / Calorie a porzione: 288 kcal

Ingredienti per 6 persone:

  • 175 g di fiocchi di avena (consentiti)
  • 35 g di albicocche disidratate
  • 45 g di amarene disidratate
  • 20 g di nocciole intere
  • 30 g di mandorle intere
  • 30 g di noci intere
  • 50 g di miele ai frutti di bosco
  • 20 ml di acqua calda
  • 25 ml di olio di semi di girasole
  • 1/2 cucchiaio di zucchero di canna

Preparazione:

Trita grossolanamente la frutta secca e aggiungila ai fiocchi di avena. Taglia a pezzetti la frutta disidratata e mescolala all’impasto secco. Fai sciogliere a parte il miele con l’acqua calda e l’olio di semi di girasole, mescolando con un cucchiaio velocemente.

Unisci all’impasto secco la miscela di acqua, miele e olio. Amalgama bene la parte solida con quella liquida e oleosa, che darà croccantezza in fase di cottura.

Disponi il composto su una teglia rivestita con carta da forno e fai cuocere in forno già caldo a 170 °C per 40 minuti. Apri il forno ogni 10-15 minuti e rimescola la granola. Quando diventa croccante, toglila dal forno e lasciala raffreddare. Accompagna la granola a piacere con yogurt, latte o gelato.

Mara Abruzzese – Axioma Iniziative e Servizi Editoriali srl

Commenti