Bellezza Cura del corpo Cellulite: cos’è, quali sono le cause e i rimedi principali

Cellulite: cos’è, quali sono le cause e i rimedi principali

CONDIVIDI

La cellulite è uno degli inestetismi più frequenti nelle donne in età fertile. Si caratterizza per l’antiestetica pelle a buccia d’arancia e rappresenta, nei casi più gravi, uno dei motivi di disagio o imbarazzo per le donne. Quante volte ti sarà capitato di dover indossare il costume, al mare e in piscina, e provare un po’ di vergogna per quella pelle poco tonica e per nulla gradevole ai tuoi occhi?
E’ vero, bisogna accettare il proprio corpo e non inseguire la perfezione, ma il più delle volte basta qualche piccola accortezza e un po’ di nozioni base sulla nostra nemica numero uno per farsi trovare preparate alla tanto temuta prova costume. Se migliori il tuo corpo e ti piaci di più, aumenti anche la tua autostima. Allora perchè non provare?

Cos’è la cellulite?

Quando il tessuto adiposo si accumula in modo eccessivo nello strato sottocutaneo e intrappola anche l’acqua, si forma quella che volgarmente viene detta cellulite. In realtà il meccanismo di formazione è legato ad una disfunzione del microcircolo, ovvero della piccola circolazione, in quei distretti, che tende a creare dei setti fibrosi che intrappolano il tessuto adiposo e l’acqua.

La classificazione della cellulite

Non tutta la cellulite è uguale, possiamo individuare 3 stadi basati sulla gravità e impatto estetico:

  • I° STADIO cellulite edematosa: è caratterizzata da una stasi di liquidi nelle classiche zone in cui si accumula la cellulite.
  • II° STADIO cellulite fibrosa: si inizia a notare il caratteristico aspetto “a buccia d’arancia”
  • III° STADIO cellulite sclerotica: nell’ultimo stadio, il tessuto cutaneo è duro, dal profilo irregolare, per la presenza di macronoduli dolenti al tatto.

cellulite

Le principali cause

La pannicolopatia edemato fibrosa – questo è il termine medico con cui si definisce l’alterazione del tessuto sottocutaneo -ha cause diverse. Le donne sono maggiormente predisposte a questo inestetismo per ragioni ormonali e costituzionali. Anche l’aumento di peso favorisce enormemente gli accumuli adiposi, così come la scarsa attività fisica. Ma non è detto: si può essere predisposti alla cellulite anche se non si è in sovrappeso.

Può colpire aree differenti, dipende anche in questo caso dalla predisposizione personale e dall’adipe localizzato. Generalmente le zone più colpite sono i fianchi, le cosce, le braccia e i glutei.
Anche un abbigliamento poco comodo, come jeans o leggings troppo stretti e i tacchi alti indossati per molte ore della giornata, contribuisce ad una cattiva circolazione e favorisce la cellulite. Meglio optare per un abbigliamento comodo, soprattutto se sei seduta tutto il giorno in ufficio o all’università.

I rimedi: l’alimentazione sana ed equilibrata

Il primo rimedio da attuare per combattere la cellulite è quello di cambiare la propria alimentazione in favore di uno stile più sano ed equilibrato.
È fondamentale l’idratazione. Devi dunque preferire quei cibi che sono più ricchi di acqua. In questo senso hai l’imbarazzo della scelta: anguria, ananas, asparagi, cetrioli, cipolle e lattuga sono solo alcuni degli alimenti su cui affidarsi. Naturalmente, dovrai bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno, meglio se due. Al contrario di quanto credono in molti, infatti, l’acqua non gonfia. Serve invece a depurarti, aiutando il tuo fisico ad eliminare le tossine e il sale in eccesso.
Ci sono anche degli alimenti che devi assolutamente evitare. Ad esempio cibi troppo salati, salumi e insaccati, snack industriali. Piuttosto inserisci anche nella tua alimentazione cibi ad alto contenuto di fibre, che migliorano il transito intestinale, riducendo l’accumulo di zuccheri e grassi.

Clicca qui se vuoi scoprire tutte le dritte per combattere la cellulite a tavola!

cellulite, combatterla a tavola

L’importanza dell’attività fisica

Insieme al cibo, lo sport è uno dei rimedi principali per chi soffre di cellulite. La pratica di un’attività fisica, infatti, aiuta ad aumentare la massa muscolare per incrementare 24 ore su 24 il dispendio energetico del tuo metabolismo di base. Ti rende più tonica ed elimina piano piano la cellulite dal tuo corpo. 

Ma, fai attenzione: una corsa di mezz’ora ogni tanto non basta. È importante, come per l’alimentazione, che l’attività fisica sia costante e duratura nel tempo.

Se non sai qualche sport scegliere per te, ecco una lista delle attività fisiche più adatte a combattere la cellulite!

Le differenze tra cellulite e ritenzione idrica

Molti tendono a confondere cellulite e ritenzione idrica. La ritenzione idrica è dettata da una raccolta eccessiva di liquidi tra le cellule, che non si distribuiscono bene e si accumulano tra i tessuti. La cellulite, invece, è la conseguenza di processi infiammatori che riguardano i vasi sanguigni, il tessuto adiposo e quello interstiziale. Quindi, se soffri di ritenzione idrica non per forza avrai come conseguenza la cellulite. Stessa cosa vale per il contrario: non è detto che la presenza della cellulite indichi un problema a livello linfatico.

Se vuoi saperne di più sulle cause e sui rimedi al problema della ritenzione idrica leggi il nostro approfondimento!

cellulite, quali sport praticare per combatterla

Cellulite, un aiuto dalle creme

Anche le creme anticellulite possono essere un valido aiuto, se affiancate da sport e alimentazione sana. La cellulite, infatti, causa ipertrofia delle cellule adipose, che riducono la grandezza dei capillari e li rendono più fragili. In questo modo, la circolazione peggiora e si accumulano liquidi tra gli spazi intercellulari. Le creme anticellulite attivano un enzima che riduce le cellule adipose, chiamato lipasi. Così le pareti dei capillari vengono rinforzate e il drenaggio dei liquidi funziona meglio.

Melarossa ha stilato per te una classifica delle creme anticellulite più efficaci. Ecco quali sono!

Il massaggio fai da te

Un rimedio da mettere subito in pratica è un pratico massaggio fai da te nelle zone interessate dalla cellulite. Un buon massaggio, infatti, attiva la circolazione sanguigna e linfatica. Inoltre, migliora gli scambi cellulari e facilita l’eliminazione delle tossine. E’ importante eseguirlo con regolarità, almeno una volta al giorno, per una decina di minuti e preferibilmente dopo la doccia o il bagno, sulla pelle asciutta.

Ecco come fare un auto massaggio anti cellulite in 5 semplici mosse!

Quando ricorrere ai trattamenti

Dopo aver messo in pratica i consigli su alimentazione e sport, se non vedi risultati utili, puoi ricorrere a trattamenti specifici. Uno dei più classici è la mesoterapia, che utilizza farmaci lipoliti e farmaci drenanti. Esistono anche trattamenti più innovativi, come la carbossiterapia o altri ancora, che mirano a ripristinare un corretto microcircolo locale, in grado di smaltire la stasi di liquidi in eccesso e migliorare la fibrosi tissutale.

Scopri quali sono i trattamenti più efficaci contro la cellulite!

 

Commenti
CONDIVIDI