CONDIVIDI

I waffle salati sono un’alternativa ai classici waffle dolci che si mangiano per colazione farciti con la marmellata o una salsa dolce.

Proprio come quelli dolci, anche i waffle salati hanno una consistenza morbida dentro e croccante fuori, e per assumere il caratteristico aspetto ‘a quadratini’ devono essere cotti in un modo ben preciso. Non basta una sola piastra, ce ne vogliono due, per schiacciarli e mantenerli fragranti.

Preparali da te con uova, patate, latte e farina, e un cucchiaino di erba cipollina per aromatizzare l’impasto. Una volta pronti puoi farcirli come vuoi, in base ai tuoi gusti, preferibilmente inserendo delle verdure per renderli più leggeri.

Suggerimenti per la farcitura: un waffle ha lo stesso contenuto calorico di una rosetta da 70 gr, quindi inseriscilo nella tua dieta in sostituzione del classico panino e farciscilo con gli ingredienti previsti dal tuo menù oppure sbizzarrisciti a creare il tuo abbinamento con gli ingredienti che preferisci.

Calorie totali: 1249 kcal / Calorie a waffle: 156 Kcal

La ricetta dei waffle salati è un’idea di Antonella del blogFotogrammi di zucchero

Ingredienti per circa 8 waffle:

  • 600 g di patate
  • 130 g d farina
  • 80 ml di latte
  • 3 uova
  • 1 cucchiaino di lievito per torte salate
  • erba cipollina
  • sale
  • pepe
  • olio per cospargere la piastra

Preparazione:

Lessa le patate, sbucciale e lasciale freddare.

Schiacciale quindi con un pelapatate fino ad ottenere una purea liscia che porrai in una ciotola.

Aggiungi le uova leggermente sbattute, sale, pepe, erba cipollina tritata, latte e la farina setacciata con il lievito.

Mescola rapidamente fino ad ottenere una pastella liscia, priva di grumi e abbastanza densa: non mescolare troppo altrimenti le patate tireranno fuori altro amido e il composto risulterà troppo umido.

Accendi la piastra per waffle ad una temperatura media, spennellala con abbondante olio e distribuisci qualche cucchiaiata di impasto.

Chiudi la piastra e cuoci. Ripeti l’operazione finché non hai finito l’impasto.

ATTENZIONE: Questi waffle impiegheranno più tempo a cuocere rispetto ai normali waffle e dalla piastra uscirà molto più vapore. Sono anche molto morbidi, quindi cuocili perfettamente se non vuoi rischiare che si rompano.

 

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteZuppa di patate, porri e porcini
Articolo successivoZuppa di zucca al profumo di mare
Sono Bianca Maria Sacchetti, dottoressa in lettere classiche e professionista nel settore editoriale e della comunicazione. Ho anche scritto e condotto un programma Sky di musica classica e da sempre nutro una forte passione per la scrittura in ogni sua forma e declinazione. Collaboro con Melarossa raccontando e presentando occasioni, appuntamenti ed eventi legati al food and beverage.