CONDIVIDI

La ricetta ideale per un secondo ricco di proteine e vitamine

Ingredienti

Nella tua dieta personalizzata di Melarossa troverai le quantità degli ingredienti su misura per te.
Se non sei a dieta ma vuoi comunque mangiare sano, ecco le quantità medie per 4 persone:

  • 4 fettine di vitella da gr. 120 l’una
  • 4 cucchiaini di olio
  • sale qb
  • pepe qb
  • farina qb
  • limone qb

Preparazione

Metti un po’ di farina su un piatto.

Poni la fettina sulla farina e premi leggermente con il proprio peso sulla fettina per far aderire meglio la farina.

Gira la fettina e ripeti l’operazione sull’ altro lato.

Scuoti leggermente la fettina per far cadere l’eccesso di farina.

Metti sul fuoco un tegame abbastanza largo in modo che le scaloppine possano stare allineate in un solo strato.

Aggiungi l’olio extravergine di oliva.

Quando l’olio extravergine di oliva è caldo metti giù le fettine e cuocile con un fuoco moderatamente vivace per circa 2 minuti per lato.

Appena cotte aggiungi il succo di limone e cuocile per un altro minuto.

Infarina le fettine solo appena prima di cuocerle.

Se desideri, puoi guarnire con del prezzemolo fresco, un pizzico di pepe e una fettina di limone.

Il nutrizionista consiglia

Il limone utilizzato in questa ricetta è importante perché, oltre a fornire una quantità di acido citrico e di vitamine C, rende molto più disponibile il ferro presente nella carne perché la vitamina C ha questa proprietà: quella di trasformare il ferro presente nella carne in una forma molto più assorbibile nel nostro intestino. Di conseguenza è un elemento molto utile soprattutto per le persone che hanno bisogno di assorbire il ferro.

La carne di vitella fornisce una ottima qualità di proteine, ricordiamo che le proteine di origine animale sono proteine di elevata qualità perché contengono tutti aminoacidi essenziali. Ma non solo: possiede anche un alto livello di vitamina B12 che sappiamo essere molto importante per la salute e la crescita cellulare e che non è presente negli alimenti di origine vegetale. Il colore bianco della carne non deve ingannare nel far credere che c'è poco ferro, perché la quantità di ferro è molto simile alla carne rossa.

Luca Piretta, SISA – Società Italiana di Scienza dell'Alimentazione

Commenti