CONDIVIDI

Il purè di patate è il più classico dei contorni, quello che tutti abbiamo mangiato almeno una volta nella vita, a casa o a scuola.

Le ragioni del suo successo sono semplici: è buono, leggero e nutre senza appesantire. Più di un motivo per prepararlo, soprattutto quando le patate sono di stagione e offrono al purè il massimo del loro sapore e dei loro nutrienti: apportano infatti carboidrati complessi, utili per fare il pieno di energia, e sono molto ricche di potassio e vitamine del gruppo B, oltre che povere di sodio.

Per rendere il purè di patate più light e digeribile puoi usare il latte parzialmente scremato e sostituire il latte vaccino con quello di riso o di soia in caso di allergia o intolleranza.

Puoi preparare il purè utilizzando un passaverdura o, per ridurre i tempi di preparazione, un frullatore ad immersione: otterrai un contorno ancora più cremoso. Se preferisci un purè un po' meno denso e compatto, aggiungi ancora un po' di latte.

La ricetta del purè di patate è di Antonella del sito Fotogrammi di zucchero

Ingredienti per 4 persone

Calorie totali: 922 kcal / Calorie a porzione: 230 kcal 

  • 800 g di patate
  • 1 finocchio
  • 160 g di latte
  • 40 g di parmigiano grattugiato
  • succo di limone
  • sale
  • pepe

Preparazione

Lessa le patate in abbondante acqua, a parte lessa anche il finocchio già privato delle parti esterne più dure. Aggiungi all’acqua anche 2 cucchiai di succo di limone.

Sbuccia le patate e passale nel passaverdura insieme al finocchio, in modo da creare una crema omogenea e senza grumi.

Scalda il latte e il burro in una casseruola, unisci anche i finocchi e le patate schiacciate e lascia cuocere. Mescola di continuo con una frusta o un cucchiaio di legno per qualche minuto.

Regola di sale e pepe, spegni il fuoco, aggiungi parmigiano grattugiato e mescola.

Commenti