CONDIVIDI

La pizza margherita è nata a Napoli nell’Ottocento come omaggio per la regina Margherita, moglie di Umberto I di Savoia, e da lei ha preso il nome. Ad oggi è probabilmente tra le pizze più preparate in tutta Italia e quella che forse ci rappresenta maggiormente anche all’estero.

Bella da vedere e buona da gustare, la pizza margherita contiene i colori della bandiera italiana ed è un caposaldo della dieta mediterranea. Rappresenta infatti un piatto completo e bilanciato, da mangiare anche durante la dieta, non troppo spesso.

Nella pizza margherita si trovano i carboidrati della base, le proteine della mozzarella, le vitamine e gli antiossidanti del pomodoro: il tutto completato dal basilico che la rende più digeribile. Un vero e proprio piatto unico, da consumare al massimo con l’accompagnamento di un piatto di verdure.

Per quanto riguarda la mozzarella, secondo la ricetta originale si dovrebbe utilizzare quella di bufala, ma va bene anche il fior di latte, che è meno calorico e più digeribile. E per la base, segui le indicazioni della nostra ricetta per la base pizza, sarà facile prepararla. Poi scegli tu se farla con i bordi alti, alla napoletana, o con i bordi bassi, alla romana.

La ricetta della pizza margherita è un’idea di Antonella del sito Fotogrammi di zucchero

Calorie totali: 2815 kcal/ Calorie a pizza: 703 kcal

Ingredienti per 4 pizze:

base per pizza

  • 250 gr di pomodori pelati
  • sale
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva + 1/2 cucchiaio per ungere le teglie
  • 280 gr di mozzarella
  • basilico fresco

Ingredienti:

Stendi le pizze nelle teglie leggermente unte di olio.

In una ciotola spezzetta i pomodori pelati, condiscili con olio e sale e mescola tutto.

Cospargi le pizze di pomodoro. Cuoci a 220° in forno statico già caldo per circa 15-20 minuti; se invece scegli il forno ventilato abbassa a 190°.

5 minuti prima che le pizze siano pronte cospargile con la mozzarella precedentemente tagliata a cubetti e scolata del liquido in eccesso.

Fai cuocere fino a quando le pizza non saranno ben dorate e croccanti, quindi guarniscile con le foglioline di basilico fresco.

Commenti