Home Ricette Light Ricette per Categoria Paella vegetariana

Paella vegetariana

CONDIVIDI
la ricetta della paella vegetariana

La paella vegetariana è una delle tante versioni del famoso piatto spagnolo che nella ricetta tradizionale prevede il condimento del riso con carne, pesce e spezie. Se sei vegetariano o vuoi provare sapori diversi, puoi preparare la paella solo con le verdure, scegliendole prima di tutto fra quelle di stagione ma anche tra le surgelate per renderla ancora più ricca.

La paella richiede infatti un condimento ricco, non puoi usare solo due o tre verdure, e considera che più ne metti e più la rendi leggera e amica della linea dato che un po’ tutti i vegetali hanno proprietà depurative, anche se in misura diversa. Benvenuti allora alle zucchine, ai fagiolini, ai pomodori, al sedano, alle melanzane, ai peperoni, ai funghi, alle olive… e chi più ne ha più ne metta.

Nella paella vegetariana non possono poi mancare le spezie, indispensabili per renderla saporita e anche utili per la salute: in particolare lo zafferano, ricco di antiossidanti, e la paprika, che favorisce la digestione.

La paella vegetariana è una ricetta di Stefania dal blog
“Kiss The Light Cook” http://blog.giallozafferano.it/kissthelightcook/

Ingredienti (a persona):

  • 50 gr di riso integrale a cottura rapida (se preferite, potete usare l’arborio o il basmati)
  • 300-350 gr (peso al netto degli scarti) di ortaggi misti, tra i quali: peperone rosso, cipollotto, carota, funghi champignon e carciofi (io ho usato quelli surgelati)
  • 40 gr tra piselli finissimi e fagioli cannellini (non li avevo freschi e ho usato quelli surgelati e quelli in scatola)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2-3 cucchiai di passata di pomodoro
  • 2 cucchiaini colmi di paprika
  • 1/2 bustina di zafferano
  • 2 cucchiaini d’olio evo
  • sale iodato
  • prezzemolo fresco

Preparazione:

Pulisci e sbuccia gli ortaggi (peperone, carota, funghi, cipollotto e aglio), mentre i cuori di carciofo iniziano a scongelare.

Metti sul fuoco un pentolino con circa mezzo litro d’acqua.

Prepara un testo di ghisa abbastanza capace (se non hai la tradizionale ‘paella’ spagnola, va bene anche una padella antiaderente) dove hai messo a stufare il cipollotto e lo spicchio d’aglio tritati finemente con l’olio evo, un mestolino d’acqua calda e un pizzico di sale.

Nel frattempo raduna tutti gli altri ingredienti e tagliali prima a striscette e poi a rombi più piccoli; adagiali nella padella partendo da quelli che necessitano di cottura maggiore, perciò dalla carota, e lascia cuocere per una decina di minuti.

In seguito aggiungi il peperone, i pisellini surgelati e i carciofi tagliati a fettine. Lascia cuocere ancora dieci minuti aggiungendo ancora un po’ d’acqua calda.

Trascorso questo tempo versa infine i fagioli e i funghi e dopo un paio di minuti aggiungi anche la passata di pomodoro.
Assaggia e aggiusta di sale.

A parte prepara qualche cucchiaio di acqua calda dove hai sciolto lo zafferano; uniscilo alle verdure insieme alla paprika, poi versa nel testo la restante acqua calda e sistema ancora il sale.

A questo punto distribuisci il riso tra le verdure (calcolando a occhio il liquido necessario per la cottura), perché da questo momento sino al termine della cottura, la paella non dovrà più essere rimestata.

Cuoci il riso a fiamma abbastanza vivace; quando quasi tutto il brodo si è assorbito, assaggia la cottura, spegni l fuoco e lascia riposare un minuto.

Commenti