CONDIVIDI

La macedonia di orata è un'ottima soluzione se non sai come far mangiare il pesce ai tuoi bambini. Abbinarla alla fragole equivale infatti a servirla con uno dei frutti più amati dai piccini e il risultato di questa insolita macedonia sarà un piatto piacevole da guardare, buono da gustare e facile da digerire. Ad ogni età. Il sapore complessivo risulta delicato, per il gusto neutro dell'orata che viene completato da quello dolce delle fragole. E il piatto è adatto anche se sei a dieta, contiene poche calorie e pochi grassi, e tutto il buono del pesce e della frutta.
Per una presentazione invitante ti basterà tagliare l'orata a filetti, le fragole a pezzi e mettere il tutto in coppette monoporzione: il tuo piatto di benessere è pronto!

Valori nutrizionali dell'orata

L'orata è un pesce dalla carne bianca, leggera e digeribile, con pochi grassi, tanti Omega 3 e proteine ad elevato valore biologico. E' importante inserirla con regolarità nella dieta, perché offre nutrienti sani e facilmente assimilabili dall'organismo.

Le fragole sono ricche di vitamina C e sali minerali, favoriscono la diuresi e contengono pochissime calorie. L'ideale in ogni dieta e in generale per depurare il corpo.

Una proposta per Melarossa.it di Simona Colombo del blog http://speziando.blogspot.it

Calorie totali: 600 kcal / 1 porzione: 150 kcal

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 orata fresca (circa 400 gr)
  • 100 gr di fragole
  • basilico fresco q.b.
  • semi di sesamo q.b.
  • aceto balsamico q.b.
  • due cucchiai di olio di sesamo
  • un cucchiaio di farina
  • sale

Tempo di preparazione: 15 minuti

Difficoltà: facile

Preparazione:

Pulisci l'orata, sciacquala e sfilettala, quindi tagliala a listarelle.

Passala nella farina e falla cuocere velocemente nella padella antiaderente con l'olio di sesamo.

Salala leggermente e toglila dal fuoco.

Lava e taglia a pezzetti le fragole e il basilico.

Metti insieme nel piatto di portata l'orata, le fragole, il basilico e cospargi di semi di sesamo.

Condisci con qualche goccia di aceto balsamico.

 

 

Commenti