CONDIVIDI

L'hummus di barbabietola è una crema densa dal gusto intenso dato dall'incontro fra i ceci e la barbabietola rossa. L'ideale è prepararlo all'inizio dell'Autunno, quando la barbabietola è di stagione e offre il meglio del suo sapore.

Puoi mangiare l'hummus come piatto unico accompagnandolo con crostini di pane oppure utilizzarlo come condimento. Spalmato sulle bruschette e nei tramezzini l'hummus di barbabietola è perfetto per rendere speciale un antipasto. Accompagnalo con un bicchiere di vino bianco secco, meglio se fresco.

Per aggiungere ancora gusto a una salsa che è già saporita puoi accompagnarla con del formaggio fresco spalmabile. Servilo a parte in una ciotolina, così da aggiungerlo poco alla volta, in base ai tuoi gusti. In questo caso dei piccoli crostini di pane integrale o dei grissini sottili sono l'ideale per gustare l'hummus al meglio.

Se hai poco tempo usa la barbabietola e i ceci precotti, già pronti da essere infilati nel frullatore o nel robot da cucina insieme agli altri ingredienti. Il tuo hummus di barbabietola e ceci sarà pronto in pochi minuti.

La ricetta dell'hummus di barbabietola è del blog Vegolosi
http://www.vegolosi.it/

Calorie totali 714 kcal/A porzione: 89 Kcal

Ingredienti per 8 persone:

  • 400 g di barbabietola precotta
  • 230 g di ceci cotti (oppure 1 conf. di ceci scolati)
  • 2 cucchiai di salsa tahin Arame
  • 1 limone
  • pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di cumino

olio extravergine di oliva

Strumenti:

frullatore o robot da cucina

Preparazione del Hummus di barbabietola:

Ricetta semplice e veloce: nel tuo robot da cucina versa gli ingredienti, quindi i ceci, la barbabietola, il tahin, il sale, il succo del limone e il cumino.

Frulla sino ad ottenere una crema omogenea e, nel caso, aggiungi poco olio (evo) o un goccio di acqua per ammorbidire il tutto.

L’hummus è una crema ideale da spalmare sui crostini; in particolare, questa variante della crema tradizionale ha un sapore più intenso, dato dal tahin, una pasta di semi di sesamo tostati, unito alle alghe Arame.

 

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa psoriasi alle unghie guarisce?
Articolo successivoFrutta e verdura di stagione: ottobre
Sono nata in Francia ma vivo in Italia da 20 anni. Prima di diventare pubblicista, ho fatto l’insegnante di sport (ISEF) in Francia e l’attrice per 10 anni. Appassionata di salute e benessere, collaboro per Melarossa da 5 anni, scrivo soprattutto di fitness e gestisco la pagina Facebook. Mi piace molto il mio lavoro perché è molto creativo e abbiamo molti rapporti con gli utenti a cui cerchiamo di dare una mano per rimanere sempre positivi durante il loro percorso.