Home Ricette Light Ricette per Categoria Pasta ai totani con salsa di asparagi e mandorle

Pasta ai totani con salsa di asparagi e mandorle

CONDIVIDI

La pasta ai totani è perfetta per mangiare il pesce in modo diverso. Abbinato alla pasta e insaporito con una densa salsa di asparagi e mandorle  è anche un piatto light che puoi inserire nella tua dieta Melarossa in sostituzione del tuo primo piatto. Accompagnato da un contorno, avrai un pasto ben bilanciato, nutriente e leggero.

Proprietà nutrizionali della pasta ai totani con salsa di asparagi e mandorle

  • I totani sono dei pesci molto salutari perché contengono proteine di alto valore biologico apportano quindi  aminoacidi essenziali all’organismo. Insieme ai carboidrati della pasta, garantiscono la giusta completezza nutrizionale al piatto.
  • Le mandorle sono una frutta secca molto preziosa per l’organismo. Contengono, in una corretta proporzione, acidi grassi Omega-3 e Omega-6 utili per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, quindi l’apporto calorico del piatto viene compensato dai benefici dei grassi presenti sia nella frutta secca che nell’olio di oliva. Ricorda che se stai seguendo una dieta ipocalorica la frutta secca è un alimento importante da inserire nella tua alimentazione, facendo attenzione alle giuste quantità. Qui trovi i consigli per consumarla a dieta.
  • Gli asparagi sono le verdure che, dopo i legumi, contengono la più alta quota di proteine e soprattutto contengono un aminoacido, l’aspartato, che svolge un ruolo importante nello sviluppo dei processi energetici dell’organismo in quanto interviene nei meccanismi biochimici della produzione di energia. Sono un ottimo ortaggio se stai seguendo una dieta ipocalorica. In 100 g di asparagi, infatti, trovi  solo 29 calorie: sono ricchi di acqua e di fibre, contengono  ferro, vitamina A e vitamine C.
    A questo link trovi tutte le proprietà nutrizionali degli asparagi.

Se la pulizia dei totani ti spaventa, puoi seguire il nostro tutorial che ti mostra come pulire facilmente e rapidamente i totani. Non ci vuole molto e con pochissima di pratica diventerà un’operazione veloce da fare.

Guarda il nostro tutorial, che ti mostra come pulire i totani step-by-step.

Print Recipe
Pasta ai totani con salsa di asparagi e mandorle
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Piatto primi piatti
Porzioni
persone
Calorie a Persona
319
Calorie Totali
1276
Ingredienti
Per la salsa
Per la pasta
Piatto primi piatti
Porzioni
persone
Calorie a Persona
319
Calorie Totali
1276
Ingredienti
Per la salsa
Per la pasta
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Istruzioni
  1. Pulisci i totani: posizionali uno alla volta sotto un getto d’acqua corrente, incidi con un coltellino la pelle e sfilala via dal mantello e dalla coda. Con una mano afferra la testa del totano e, mentre con l’altra mano tieni ferma la coda, tira delicatamente la testa verso l’esterno in modo da staccare le interiora ed estrarle dal corpo. Tira fuori anche il calamo, la parte cartilaginea che si trova all’interno del corpo. Esercitando una lieve pressione sulla testa, elimina infine anche il becco che si trova in mezzo ai tentacoli. Sciacqua il totano e ripeti l’operazione con gli altri.
  2. Lava gli asparagi ed elimina la parte dura del gambo. Per farlo basta piegarli e si romperanno nel punto giusto. Taglia gli asparagi in 3-4 pezzi e falli cuocere in acqua bollente salata, lasciandoli al dente.
  3. Tosta le mandorle in una padella piccola. Versa 2 cucchiai di olio in una padella capiente con l’aglio in camicia, aggiungi i totani e falli cuocere sfumando con il vino bianco.
  4. Frulla gli asparagi e le mandorle nel mixer fino ad ottenere una salsa. Cuoci la pasta utilizzando la stessa acqua di cottura degli asparagi in modo che ne assorba il sapore, scolala direttamente nella padella dei totani (dopo aver eliminato l’aglio), saltala, aggiungi 2 cucchiai di olio e la salsa di asparagi
Commenti
CONDIVIDI
Sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. All'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.