CONDIVIDI

I carciofi al gratin sono un contorno facilissimo da preparare e adatto per accompagnare piatti di carne o di pesce. Un contorno sano e light, ideale se sei a dieta e per depurare l’organismo. I carciofi vantano infatti proprietà diuretiche, sono utilissimi per eliminare liquidi e tossine, e per favorire il ‘lavoro’ del fegato.

Con questa ricetta, i carciofi rimangono particolarmente leggeri, perché puoi cuocerli in forno senza l’aggiunta di grassi. Solo pangrattato, olio extravergine e pomodorini per insaporirli ed esaltare il loro sapore tendenzialmente amarognolo.

Oltre che come contorno, puoi servire i carciofi al gratin come antipasto, oppure mangiarli come piatto unico. Sono ideali ad esempio da portare in ufficio per il pranzo, perché si conservano bene e mantengono inalterate le proprietà nutritive anche se preparati in anticipo.

Anzi, la gratinatura li rende ancora più appetitosi dopo qualche ora di riposo.

Scopri come preparare i carciofi al gratin

Calorie totali: 550 / Calorie a persona: 275

Ingredienti(per 2 persone):

  • 5 carciofi (circa 250 gr)
  • 1 pomodoro ramato (circa 60 gr)
  • 8 olive nere denocciolate
  • 20 gr pecorino
  • 20 gr pangrattato
  • cipolla qb
  • prezzemolo
  • 20 gr olio evo;
  • sale qb
  • pepe qb

Preparazione:

Pulisci i carciofi, taglia i cuori ed immergili in acqua, farina e succo di limone.

Incidi il pomodoro sul fondo ed immergilo in acqua bollente per 1 minuto. Poi raffreddalo in acqua fredda: lo shock termico farà staccare velocemente la pelle lasciando intatta la polpa.

Spella il pomodoro,  togli i semi e taglialo a cubetti (questa preparazione si chiama “concassè di pomodoro“).

In una ciotola trasferisci i carciofi sciacquati dalla soluzione in cui erano immersi, unisci i cubetti di pomodoro, le olive, il pecorino, la cipolla tagliata sottile, sale, pepe, 10 gr di olio e prezzemolo tritato.

Amalgama il tutto, poi trasferisci in una teglia, cospargendo la superficie con il pangrattato, poco pecorino e i 10 gr di olio rimasti. Inforna in forno preriscaldato a 200° per 30 – 35 minuti: per evitare che si crei subito la crosticina, metti nel forno una ciotolina di acqua e toglila a metà cottura.

Commenti
CONDIVIDI
Sono laureata in Event Management allo IED, per Melarossa mi occupo di coordinare la parte di produzione, gestisco l'area video e dedico la maggior parte del mio tempo al montaggio e alla realizzazione di materiale grafico per il sito.