Home Nutrizione Mangiar sano Uovo di Pasqua: come sceglierlo di qualità

Uovo di Pasqua: come sceglierlo di qualità

CONDIVIDI
uova di Pasqua; come scegliere la cioccolata di qualità

Quest'anno le uova di cioccolato costano di più dell'anno scorso: come rileva un'indagine di Federconsumatori, c'è stato un aumento dei costi del 2,7%. Eppure nessuno rinuncia all'acquisto delle uova di cioccolato, da portare in tavola domenica prossima e da scartare insieme a parenti e amici. Però, se il prezzo aumenta, impara almeno a scegliere le migliori! Cosa non semplice, visto che, analizzando le etichette degli ingredienti delle classiche uova di cioccolato al latte, di differenze praticamente non ce ne sono. Tutte le industrie, infatti, prevedono più o meno gli stessi ingredienti, all'incirca negli stessi quantitativi.

Eppure i prezzi dei vari prodotti, a parità di peso, variano molto: questo dipende sicuramente dalla qualità delle materie prime, o anche dalla loro provenienza, ma purtroppo non è obbligatorio riportare in etichetta l'origine del cacao e del latte, così come degli altri ingredienti. E poi tanto dipende dalla sorpresa: se è "griffata" e di moda (basti pensare ai personaggi dei cartoni animati più amati dai bambini) il costo del prodotto sale... un bel po'. Ma torniamo alla lista degli ingredienti.

L'etichetta tipo di un uovo industriale è la seguente: zucchero, burro di cacao, latte in polvere, pasta di cacao, lecitina di soia, aromi. Le cose possono cambiare se ci si orienta su un uovo al cioccolato artigianale: in questo caso, infatti, nella maggior parte dei casi lo zucchero passa al secondo posto nella lista degli ingredienti, il che significa che è contenuto in quantitativi inferiori.

Non solo: invece della pasta di cacao, nelle uova artigianali spesso troviamo la massa di cacao, ingrediente più nobile e pregiato. E poi gli aromi utilizzati sono quasi sempre naturali, a differenza delle uova industriali, dove la percentuale di prodotti che contiene aromi artificiali è più alta rispetto ai prodotti di pasticceria.

Un consiglio: se preferisci orientarti comunque su un prodotto industriale, allora scegli un marchio di fiducia, magari lo stesso che acquisti abitualmente quando metti nel carrello tavolette di cioccolato o praline; in questo modo avrai più probabilità di essere garantita sulla genuinità delle materie prime utilizzate e sui controlli di qualità e sicurezza effettuati sul prodotto.

Claudia Manari

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteCome scegliere la colomba di Pasqua?
Articolo successivoProva costume
Dottoressa in editoria e giornalismo, collaboro con Melarossa occupandomi della rubrica di moda curvy, con una posta dedicata, della rubrica di bellezza, di quella dei testimonial e della pagina Instagram di Melarossa. Scrivo articoli anche per altre sezioni del sito, insomma scrivo, scrivo e adoro farlo. Mi piace uscire, viaggiare, fare shopping, leggere, bere e mangiar bene, insomma tutto ciò che ruota intorno allo star bene con se stessi e con gli altri.