Home Nutrizione Mangiar sano I 5 colori del benessere: la verdura bianca per fare pieno di...

I 5 colori del benessere: la verdura bianca per fare pieno di fibra

CONDIVIDI
la verdura bianca per fare il pieno di fibre

Non è raro all’inizio della dieta che tu ti senta gonfia e costipata e non sappia cosa fare. E’ normale, quando si cambia regime alimentare e si riducono le calorie, che l’intestino abbia bisogno di tempo per riadattarsi. I rimedi sono tanti: bere almeno 2 litri di acqua al giorno, fare attività fisica regolare, ma ce n’è uno che forse non conosci ancora. Vuoi scoprirlo? Dipingi di bianco la tua tavola! Aglio, cavolfiore, finocchio, mela, pera, sedano, noci, nocciole, mandorle, castagne possono rendere più gustosi i tuoi pasti e allo stesso tempo aiutarti a riequilibrare il tuo intestino. Lo ricorda UNAPROA (Unione Nazionale tra le Organizzazioni dei Produttori Ortofrutticoli, Agrumari e di Frutta in Guscio) con la sua campagna Nutritevi dei colori della vita, pensata per promuovere il consumo di frutta e verdura.

E il bianco è il colore della fibra solubile come la pectina, contenuta ad esempio nella mela, che se assunta giornalmente in 6 gr contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue.
Ma il bianco, quello dei funghi, è anche il colore del selenio, fondamentale per unghie e capelli più forti, mentre quello della cipolla è sinonimo di antiossidanti.

Una vera risorsa di cui puoi fare scorta tutto l’anno, visto che la natura offre in ogni stagione frutta e verdura di questo colore. Insaporisci dunque le tue ricette con aglio, cipolla o porro, rinfrescati con i finocchi e fai il pieno di vitamina E concedendoti uno snack a base di frutta secca come noci, mandorle e nocciole.

E proseguendo con il nostro viaggio alla scoperta del menù a soli 3,70 a persona proposto da Diego Giordano per la campagna promossa da Unaproa, questa settimana ti proponiamo un primo a base di una verdura principe della stagione invernale: il cavolfiore, considerato l’ortaggio più nutriente del mondo, il cui consumo è consigliato ai vegetariani o ai vegani per l’alto contenuto di ferro.

Diego Giordano propone un primo a soli 0,60/0,70 € a persona. Prova la ricetta e per saperne di più sulla linea dei 5 colori, visita il sito www.nutritevideicoloridellavita.com.

Pasta fresca con cavolfiore bianco, guanciale croccante e pecorino romano

ricetta pasta con cavolfiore e guanciale

Ingredienti per 10 persone:

  • 1 kg di pasta fresca di semola (formato strozzapreti) (percentuali per l’impasto:700 gr di semola e 350 ml di acqua, sale 10 gr)
  • 1 kg di cavolfiore bianco
  • 200  gr di guanciale
  • 200 gr di pecorino
  • aglio q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • sale q.b.

Procedimento:

Pulisci il cavolfiore, selezionando le parti più grandi da quelle più piccole, lasciando alcuni ciuffetti che verranno ripassati in padella, il restante sbollentalo per 3 minuti.

Una volta sbollentato stufalo con aglio, olio e aggiungendo poco a poco il brodo vegetale precedentemente preparato (sedano, carota e cipolla). Una volta arrivati alla consistenza cremosa, spegni e frulla ad immersione il tutto.

Subito dopo taglia a listarelle il guanciale, ponilo in padella con un filo d’olio e fallo rosolare fino a quando non diventa croccante.

Prima di servire, riscalda la purea di cavolfiore e diluiscila con uno o due mestoli di brodo per poi mantecare la pasta.

Mentre si manteca aggiungi i pezzettini di cavolfiore saltati, il guanciale croccante e a fiamma spenta salta con il pecorino. Impiatta guarnendo con qualche foglia di prezzemolo e una spolverata di pecorino.

Una ricetta di Diego Giordano per la campagna “Nutritevi dei colori della vita” di UNAPROA

 

 

Tiziana Landi

Commenti