Home Nutrizione Mangiar sano Come riconoscere la vera Mozzarella di Bufala

Come riconoscere la vera Mozzarella di Bufala

CONDIVIDI
come riconoscere la mozzarella di bufala

Morbida, succosa, che "stride" deliziosamente sotto i denti mentre la gusti: è la Mozzarella di Bufala Campana Dop, un prodotto che tutto il mondo ci invidia. Le pezzature possono essere diverse, ma l'ingrediente resta sempre lo stesso: puro latte fresco di bufala, proveniente direttamente e unicamente dalle Regioni italiane previste dal disciplinare di produzione, che sono non soltanto la Campania (come quasi tutti pensano), ma anche parte del Lazio, della Puglia e persino del Molise.

Come riconoscere le migliori mozzarelle?

Le differenze visive tra una Mozzarella di Bufala Campana Dop e una semplice mozzarella ottenuta con latte di bufala sono praticamente nulle, quindi controlla sempre, al momento dell'acquisto, che sulla confezione ci sia il marchio DOP giallo e rosso e anche quello del Consorzio di tutela.

Se invece non hai la possibilità di fare questo controllo sulla confezione, ad esempio se ti trovi di fronte a una bella mozzarella già impiattata al ristorante, ricordati che la mozzarella di bufala Dop deve essere obbligatoriamente prodotta con latte fresco. Se risulta troppo asciutta all'interno (e non bella succosa, con il latte che fuoriesce premendola con la forchetta), potrebbe essere stata prodotta con latte congelato e quindi, in quel caso, non si tratterebbe della mozzarella certificata.

Una volta certa di aver acquistato il vero prodotto di eccellenza, facciamo attenzione anche alla sua freschezza: una buona mozzarella di bufala deve avere un bel colore bianco porcellana, deve essere liscia e la sua consistenza deve essere dura; insomma, non si può tagliare soltanto con una forchetta! Inoltre, se è fresca rilascerà una buona quantità di liquido, ancora di più una volta che l'avrai tagliata.

Quando la mangi, devi sentire che ti "stride" tra i denti. Al contrario, se si presenta secca, di un colore bianco opaco, allora non è più freschissima; così come se la pellicina che la ricopre viene via molto facilmente o se la superficie della fetta presenta delle alveolature.

Evita di conservare la mozzarella di bufala in frigorifero, perché il freddo tende a raggrumare i grassi, facendole perdere il suo tipico sapore.

 Claudia Manari

Commenti