Home Nutrizione Mangiar sano Calorie a dieta: tutto quello che devi sapere!

Calorie a dieta: tutto quello che devi sapere!

CONDIVIDI
calorie a dieta tutto quello che devi sapere

Le calorie per la donna moderna sono diventate un incubo dal quale è difficile fuggire. Numeri incomprensibili inseriti in tabelle presenti più o meno su tutte le confezioni e l’eterno dilemma su quale alimento sia meglio prendere. Ma cosa vuol dire esattamente caloria quando entra in gioco la tua alimentazione? Quanto è importante quindi, sapere cosa è una caloria, e di quante calorie giornaliere hai bisogno?

Abbiamo posto alcune domande alla Dott.ssa Stefania Giambartolomei, nutrizionista della SISA.

Ci potrebbe spiegare esattamente cos’è una caloria e quale scopo ha nella nostra dieta?
“La caloria è l’unità di misura che ci permette di quantizzare quanta energia introduciamo con gli alimenti. Quindi lo scopo del mangiare è quello di introdurre la stessa energia che il nostro organismo spende per le proprie funzioni fondamentali cellulari e dei vari organi e sistemi.”

È l’unico elemento da prendere in considerazione quando si sceglie un prodotto piuttosto che un altro?
“Per scegliere un alimento non ci si deve basare unicamente sul contenuto calorico, ma anche sulla sua composizione, ossia bisogna studiare come quell’alimento è composto, e quanti grassi, proteine o carboidrati contiene.”

Perché due alimenti con apparentemente le stesse calorie, vengono dosati differentemente nella nostra dieta?
“Perché sicuramente hanno quantità e proporzioni diverse dei diversi nutrienti, quindi di volta in volta si scelgono cibi con un contenuto più o meno alto di lipidi o carboidrati. La scelta deve essere dettata anche dalla presenza o meno di patologie quali il diabete.”

La digestione altera il cibo che noi ingeriamo? In che modo?
“La digestione per definizione frammenta il cibo che noi introduciamo con l’alimentazione per arrivare a sfruttare i nutrienti, le vitamine, gli oligoelementi, quali ferro, calcio, potassio e magnesio.”

Il modo in cui cuciniamo un alimento modifica il suo apporto calorico?
“La cottura modifica il peso degli alimenti, ma non il loro contenuto calorico.”

Ultimamente abbiamo sentito parlare spesso di MET (Equivalente Metabolico) in relazione alle calorie spese dal corpo durante l’attività fisica, potrebbe spiegarci meglio se uno strumento del genere può realmente aiutare una persona a definire meglio un regime alimentare adeguato?
“Il MET è un’unità per esprimere il costo di un esercizio in termini di energia ed ossigeno, ma non è corretto utilizzare un parametro del genere per determinare un certo regime alimentare di un paziente. Bisogna sempre tenere conto della presenza o meno di patologie, di determinate allergie, o di particolari situazioni non patologiche quali ad esempio la gravidanza o l’allattamento.”

Tutti elementi da studiare quindi, da prendere con le dovute cautele, e da affidare a esperti in grado di vagliare ogni possibilità al meglio. La dieta, e l’alimentazione più in generale, vengono spesso affidate ad un pericoloso fai da te che rischia sempre di creare gravi danni. La Dott.ssa Giambartolomei in poche parole ci ha spiegato esaurientemente come ogni elemento sia egualmente importante e costitutivo di un quadro d’insieme.
La caloria quindi non deve essere lo spauracchio davanti al quale far vacillare la propria forza di volontà. Si tratta infatti di un solo elemento, un’unità di misura che non può e non deve essere il metro di giudizio con il quale orientare la nostra spesa. Basta quindi con questa ossessione, scacciamo l’incubo, e trattiamo le calorie per ciò che semplicemente sono, uno strumento, non uno spettro dal quale difenderci.

Nicoletta Cinotti

Commenti