Home Nutrizione Mangiar sano Mangiare biologico, che cosa vuole dire?

Mangiare biologico, che cosa vuole dire?

CONDIVIDI
mangiare biologico, che cosa vuole dire?

L’espressione “da agricoltura biologica” indica un metodo di coltivazione e di allevamento che ammette solo l’impiego di sostanze naturali, escludendo l’utilizzo di sostanze di sintesi chimica come concimi, diserbanti, insetticidi. In sostanza, i prodotti biologici sono più sicuri e rispettosi dell’ambiente.

Rispetto agli omologhi prodotti tradizionali, i prodotti da agricoltura biologica hanno una minore diffusione presso la grande distribuzione (che però ha ormai sviluppato anche proprio marchi bio) e una maggiore distribuzione attraverso canali alternativi, come i negozi specializzati e la vendita diretta (spaccio aziendale, bio-mercatino di coltivatori diretti, e-commerce, etc.).

Ma cosa fa lievitare il prezzo di questi prodotti di così tanto rispetto ai tradizionali?

Il fatto che il metodo bio richiede agli agricoltori maggiore lavoro, perché l’agricoltura biologica non è intensiva e perché è un’agricoltura di qualità.

Con questo metodo, infatti, si evita uno sfruttamento eccessivo delle risorse naturali, in particolare del suolo, dell’acqua e dell’aria; si salvaguarda la fertilità naturale di un terreno, utilizzando materiale organico; si pone la massima attenzione, negli allevamenti, al benessere degli animali, che si nutrono di erba e foraggio biologico e non assumono antibiotici, ormoni o altre sostanze che stimolino artificialmente la crescita e la produzione di latte. Vien da sé che tutto questo incida non poco, dal punto di vista economico, sulle attività degli agricoltori.

A questo punto, se scegli di spendere di più per acquistare un prodotto più sicuro e rispettoso dell’ambiente, l’importante è accertarti che quel prodotto lo sia realmente.

Assicurati, quindi, che sulla confezione ci sia il logo europeo, rappresentato dalla cosiddetta “foglia europea”: è un simbolo costituito da 12 stelle bianche su fondo verde brillante ed è la garanzia del fatto che gli Organismi di Controllo, conformi alla norma tecnica UNI CEI EN 45011, abbiano vigilato accuratamente sugli operatori, ossia sulle aziende produttrici di prodotti biologici.

Claudia Manari

Commenti