Home Nutrizione Mangiar sano Quali sono le pentole migliori per cucinare senza grassi?

Quali sono le pentole migliori per cucinare senza grassi?

CONDIVIDI
come cucinare senza grassi

Per cucinare senza grassi è importante scegliere la pentola giusta. Altrimenti rischi che i tuoi sforzi in cucina vadano in fumo per una padella sbagliata.

Melarossa, con l’aiuto di OK salute, ha stilato per te una guida pratica di pentole e padelle, classificate a seconda del materiale in cui sono costruite, per aiutarti a scegliere quella che fa al caso tuo! Il segreto di una cucina sana e leggera, in grado di esaltare il sapore degli alimenti e di preservarne le proprietà nutrizionali, sta infatti anche nelle pentole e nelle padelle che utilizzi!

Leggi subito la nostra guida e scegli la padella giusta per cucinare senza grassi e in modo pratico e veloce.

ACCIAIO: L’acciaio Inox è uno dei materiali più diffusi nelle cucine, è adatto a tutti i tipi di cottura, conserva il calore e altera poco gli alimenti. Importantissimo per questo tipo di pentole è considerare l’altezza del fondo prima di sceglierle: il fondo più alto garantisce una migliore capacità di cottura e la vita della pentola è di conseguenza più lunga. Attenzione: per non rovinarle evita che i cibi cotti restino a lungo a contatto con le pentole.

ALLUMINIO: è un buon conduttore termico ma si graffia facilmente. Attenzione: pentole e padelle in alluminio non sono adatte a cuocere alimenti come i pomodori, la cipolla o l’aceto perché la loro acidità potrebbe aggredire il metallo e favorirne il trasferimento nei cibi. Al contrario sono ottime per la bollitura dell’acqua, che avviene più velocemente.

TERRACOTTA: è l’ideale per le cotture a fuoco basso e prolungate, come zuppe, stufati e sughi. E’ un’ottima scelta anche per le cotture da caminetto: per proteggere la pentola e garantirle una vita più lunga, è importante utilizzare sempre lo spargi fiamma se il contatto con la fonte di calore è diretto, o se la fonte di calore è troppo vicina.

FERRO: pentole e padelle in ferro sono ideali per le fritture, perfette per la scottatura dei cibi perché favoriscono la formazione della crosta. Attenzione: se non viene asciugato bene dopo l’uso, il ferro arrugginisce in fretta!

ANTIADERENTI IN TEFLON: grazie al rivestimento antiaderente in teflon, queste pentole sono molto adatte a cucinare senza grassi perché impediscono ai cibi di attaccarsi al tegame. Per evitare di danneggiarle è importante non usare utensili di metallo per mescolare gli alimenti e preferire sempre cucchiai e mestoli di legno. Attenzione: sopra i 260 gradi il teflon rilascia sostanze cancerogene, quindi è bene fare attenzione a non lasciare le pentole sul fuoco e a non graffiarle.

ANTIADERENTI IN CERAMICA: resistono agli shock termici e alle abrasioni; facili da pulire e adattabili ai vari metodi di cottura, consentono di cucinare in modo leggero. Attenzione: l’anti-aderenza non è perfetta, ma con una minima quantità di condimento il cibo non si attacca.

 

Commenti
CONDIVIDI
Mi chiamo Nicoletta Cinotti, sono un Event Manager e mi occupo della gestione della produzione, della grafica e del montaggio video all'interno del sito melarossa.it