CONDIVIDI

Cuoci con poche e semplici mosse le tue seppie alla griglia grazie ai consigli di Melarossa! Ma prima eccoti dei consigli pratici per acquistare e pulire la seppia fresca.

Se non hai un pescivendolo di fiducia utilizza il “metodo fai da te” per riconoscere la freschezza: per prima cosa fidati del tuo olfatto e ricerca il profumo del mare. Poi rivolgi la tua attenzione all‘inchiostro, che non deve presentare dei granuli (segni di un processo di scongelamento) ma deve essere bello fluido.
Una volta acquistata la seppia, è il momento di pulirla. Non avere paura, è più difficile a dirsi che a farsi.

Cosa ti occorre per pulire la seppia:

1 tagliere
1 coltello
1 paio di guanti in lattice
1 seppia da 350 g

come pulire la seppia

  • dopo aver sciacquato la seppia a testa in giù sotto l’acqua corrente, spostati sul piano da lavoro e con l’aiuto di un coltello dividi la testa dal resto del corpo e i tentacoli dalla testa
  • cerca all’interno del corpo il famoso osso di seppia e con l’aiuto delle dita estrailo con delicatezza: vedrai, si sfilerà facilmente
  • a questo punto la seppia sarà più sottile e leggera: incidila con il coltello nel punto in cui era presente l’osso (nel centro) ed estrai tutte le interiora
  • è il momento del passaggio successivo: staccare la pelle dalla carne della seppia. Con l’aiuto delle dita tirala via con movimenti decisi e veloci, vedrai, verrà via facilmente e magicamente la seppia apparirà bianca e pulita
  • mettila da parte e procedi con la testa: all’interno troverai una parte dura, il cosiddetto becco, procedi come per l’osso e sfilalo via con le dita, quindi elimina gli occhi con le forbici
  • sciacqua sotto l’acqua corrente il corpo e poi la testa. A questo punto estrai la sacca contenente l’inchiostro: fallo con delicatezza perché potrebbe rompersi e farlo fuoriuscire e tu ti ritroveresti con le mani nere! Quindi, oltre a procedere con cautela, per tutto il procedimento utilizza dei guanti in lattice perché, credimi, mandare via l’inchiostro potrebbe risultare più difficile che pulire la seppia!
  • lava tutto sotto acqua corrente e lascia scolare per qualche minuto nello scola pasta
  • tampona tentacoli, testa e corpo con della carta assorbente. A questo punto la tua seppia è pronta per essere congelata o per preparare tante ricette.

Melarossa ti propone, come al solito,  una ricetta veloce, semplice, gustosa e ovviamente con pochi grassi. Preparare le seppie alla griglia è la parte più facile, non ti rimane che darti da fare e metterti al lavoro.

Seppie alla griglia

Cosa ti occorre:

1 Tagliere
1 Piastra in ghisa

Ingredienti per una persona:

Calorie 342 klcal

1 seppia da 350 gr (252 klcal)
1 cucchiaino di olio(90 klcal)
Succo di limone
Sale q.b
Pepe q.b

Procedimento:

come cucinare la seppia alla grigliaAccendi il fornello a fuoco vivace, posizionaci sopra la piastra e lasciala scaldare. Nel frattempo appoggia la seppia sul piano da lavoro e pratica delle piccole incisioni lungo i lati: eviteranno che in cottura si arricci.

Quando la piastra emette un leggero fumo, vuol dire che ha raggiunto la temperatura giusta, quindi adagiaci sopra la seppia e comincia a grigliare. Fai cuocere per 2-3 minuti per lato, impiatta e condisci con un filo d’olio. Regola di sale e pepe a piacimento, aggiungi del succo di limone e servi la seppia ben calda

Visto? Le seppie alla griglia sono veloci, sane e gustose come tutti i piatti di Melarossa.

 

Commenti