CONDIVIDI

Hai poco tempo da passare in cucina? Molti piatti ti spaventano perché la preparazione è molto lunga? Prova la pentola a pressione! Il suo vantaggio più grande sta nel tempo che ti fa risparmiare,  ma soprattutto nella sua capacità di preservare i nutrienti presenti negli alimenti.

Questa pentola “terrorizza” spesso chi è alle prima armi,  sento molte persone dire “ho paura che esploda” ma stai tranquillo: leggi attentamente le istruzioni e sarai d'accordo con me che usarla è un gioco da ragazzi! Anch'io all'inizio ero titubante, ma dopo averla provata e dopo essermi resa conto del tempo che si può risparmiare non ne posso più fare a meno.
La cottura in pentola a pressione è ideale per legumi, patate, zuppe ma anche per la preparazione di bolliti, arrosti e spezzatini.

Ricorda:

Questo tipo di cottura necessita di una scarsa quantità d'acqua, quindi, quando vuoi utilizzarla, introduci una modesta quantità di liquido (brodo, acqua) poiché i cibi cuoceranno grazie al vapore e all'aria presente nella pentola. Tutte le pentole a pressione hanno al loro interno una tacca che non devi mai superare: mantieniti sempre al di sotto di questa, è importante che il liquido non superi i 2/3 della capacità totale della pentola e non sia mai inferiore al mezzo bicchiere. Introduci quindi i tuoi ingredienti e la giusta quantità di liquido per la cottura, chiudi accuratamente con l'apposito coperchio assicurandoti di eseguire correttamente tutte le operazioni.

Fai cuocere per i primi minuti a fuoco alto in modo che vengano raggiunti i 100° gradi, che rappresentano la giusta temperatura di cottura. Abbassa il fuoco quando la valvola regolatrice comincerà ad emettere il vapore, da quel momento comincia a contare il tempo di cottura (che nella maggior parte dei casi troverai indicato all'interno del libretto delle istruzioni presente nella confezione della pentole a pressione).

Appena la cottura sarà ultimata spegni il fornello e non aprire il coperchio manualmente, solleva la valvola e consenti l'uscita del vapore. La pentola e il contenuto devono riposare per qualche  minuto affinché la pressione ritorni normale.Quando tutto il vapore sarà fuoriuscito, il sistema, ti consentirà di aprire il coperchio. Tutto chiaro? Allora sei pronto a preparare il tuo piatto.

Oggi Melarossa ti propone l'arrosto di vitello con verdure cotto in pentola a pressione.

Un piccolo promemoria per quando avrai finito di cucinare: lava attentamente la tua pentola a pressione, facendo attenzione che non rimangano residui di cibo, soprattutto intorno alle guarnizioni che sono importantissime, perché il perfetto funzionamento dipende dalla loro aderenza alla pentola durante la chiusura.

Arrosto di vitello con verdure cotto in pentola a pressione

Cosa ti occorre:

Pentola a pressione
Tagliere di legno
Coltello per verdure
Coltello per arrosto

Ingredienti per 4 persone:

500 gr di Arrosto di vitello magro
1 patata
1 carota
1 zucchina media
2 cucchiai di olio evo
1 rametto di rosmarino
1 spicchio d'aglio
1 costa di sedano
Acqua quanto basta
Mezzo bicchiere di vino a piacere

Procedimento:

come preparare l'arrosto con la pentola a pressione

Lava, pela, taglia grossolanamente le tue verdure e adagiale, insieme a tutti gli ingredienti, sul tavolo di lavoro. Posiziona la pentola sul fuoco (ovviamente senza il coperchio) e comincia la preparazione. Versa al suo interno due cucchiai di olio extravergine di oliva, aglio, cipolla e mescola, poi aggiungi la carota, lascia cuocere due minuti (girando bene) e completa con i pezzi di patata.

Metti in pentola l'arrosto magro di vitello, ora è importante “sigillare” la carne quindi falla rosolare da tutti i lati. Una volta rosolata aggiungi la zucchina tagliata, il sedano, il rametto di rosmarino e fai cuocere  per circa 5 minuti, mescolando gli ingredienti di tanto in tanto. Ora puoi a tuo piacimento sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco. Aggiungi l'acqua, che non deve superare la tacca presente all'interno della pentola, sala e chiudi con l'apposito coperchio, alza la fiamma e continua la cottura.

Appena senti il fischio abbassa la fiamma al minimo e comincia a calcolare il tempo di cottura. Secondo il mio modello di pentola a pressione ho cotto l'arrosto per 30 minuti. Passato il tempo necessario spegni il fornello. Non aprire per nessun motivo il coperchio. Solleva la valvola e fai fuoriuscire tutto il vapore. Quando la pentola e la pietanza preparata avranno raggiunto la pressione normale e non ci sarà alcuna fuori uscita di vapore, potrai aprire il coperchio. A questo punto “libera” il tuo arrosto dalla retina ed affettalo. Prendi un piatto da portata o un tagliere e impiatta le tue fette di carne insieme alle verdure.

Un'idea semplice, veloce e saporita per un ottimo pranzo domenicale.
Buon appetito!

Tiziana Landi
Foto: Adriana Abbrescia

Commenti