Home Nutrizione Scrivi al nutrizionista Rapporto conflittuale col cibo

Rapporto conflittuale col cibo

CONDIVIDI

Buonasera, scrivo per esporre un problema che sto riscontrando ultimamente con l’alimentazione.
Devo premettere però che il mio rapporto con il cibo non è mai stato quasi del tutto sereno. Verso l’età di 18 anni purtroppo in un anno sono ingrassata di ben 30 kg per un problema alla testa, un idrocefalo precisamente. Per questo motivo sono stata operato e mi è stato rimosso attraverso un intervento in endoscopia. Dopo l’intervento sono riuscita a perdere qualche kg. Ma dato che erano sempre veramente troppi ho deciso di provare la dieta Nutrietica, meglio conosciuta oggi con il nome di energy diet. L’ho seguita lo scorso anno, e da Maggio ad Settembre ho perso 24 kg.Naturalmente questo mi ha portato la scomparsa del ciclo mestruale. Dopo aver capito che mi stavo facendo del gran male con questo atteggiamento ho deciso di adottare la più classica delle diete, vale a dire quella mediterranea, consumando 5 pasti al giorno, i tre principali più gli spuntini a base di frutta. Naturalmente ho iniziato a consumare solo prodotti integrali e in piccole quantità. Nell’ultimo periodo però qualcosa è cambiato. Premetto che ho 24 anni, sono alta 1,80 e adesso peso 65 kg. Ecco, questo peso per me è inaccettabile. Da dicembre ad oggi ho preso 5 kg, e per me rappresentano una totale sconfitta anziché farmi sentire bene. Il ciclo purtroppo è tornato una sola volta, a gennaio, da allora non si è più presentato.  Questo naturalmente non fa altro che farmi sentire continuamente gonfia e appesantita. Ma ciò che non mi piace è che se prima il mio atteggiamento era di totale privazione verso il cibo adesso vedo che sto iniziando a perdonarmi determinati alimenti, consumandone in maniera quasi esagerata verso i cereali integrali, e mi giustifico dicendomi che appunto tanto sono integrali, come se non mi facessero ingrassare. sono alimenti a base di farro, orzo, kamut. Adesso vorrei ricominciare il programma dietetico che mi aveva permesso di perdere tutti quei kg. Ma come posso vivere serenamente il rapporto con il cibo in cui mi dovrò comunque prima o poi confrontare per poter vivere un’alimentazione sana, tranquilla e che non mi faccia sentire in colpa? Grazie, Elena

Risposta

Cara Elena, hai fatto bene a riprendere la sana alimentazione ispirandoti alla dieta mediterranea. Attualmente poi il tuo peso è perfetto rispetto l’altezza quindi la cosa principale che devi fare è riconquistare col cibo un rapporto sereno. Considera che non devi seguire una dieta bensì ispirarti alla sana alimentazione facendo colazione, pranzo e cena e due spuntini, mangiando con il giusto equilibrio carboidrati, proteine e grassi, oltre circa 3/5 porzioni di frutta e verdura al giorno. E non ti devi crucciare troppo se una volta ti concedi uno strappo: farlo all’interno della sana alimentazione è possibile. L’importante è avere coscienza delle giuste porzioni e non perseverare con gli strappi ricominciando a mangiare bene subito dopo le “concessioni”. Queste ultime non devi viverle con sensi di colpa: il cibo, oltre essere nutrimento, può essere anche convivialità e piacere, tutto col giusto equilibrio. Riguardo il ciclo mestruale, devi avere pazienza prima che torni con regolarità. Se non lo hai già fatto , parlane col tuo ginecologo che ti tranquillizzerà e potrà darti consigli sul caso specifico.
Lo staff di Melarossa, la tua dieta gratis

Commenti
CONDIVIDI
Sono la curatrice del sito di cui mi occupo da quando è stato creato e poi registrato come testata nel 2002. Supporto la redazione per la stesura dei contenuti, soprattutto nelle categorie dieta e nutrizione, e in particolare mi interfaccio con il team di esperti nutrizionisti per le risposte ai dubbi degli utenti.