Home Nutrizione Scrivi al nutrizionista Orari di assunzione dei pasti

Orari di assunzione dei pasti

CONDIVIDI

Gentile dottore, ho iniziato la dieta lunedì scorso, ma trovo notevoli difficoltà nel seguire i pasti regolarmente. Da sempre sono abituata a mangiare una volta al giorno (la sera) e di fare spuntini o a metà pomeriggio o durante la notte a seconda di quando si presenta lo stimolo della fame. Mi è stata assegnata una dieta da 1100 calorie al giorno che a me, onestamente, sembrano tantissime, con ben 5 pasti al giorno (e anche qui mi sembrano tanti rispetto a prima. Inoltre lavoro di notte, quindo spesso mi alzo verso mezzogiorno saltando completamente la colazione (di solito 1 caffè macchiato con una brioche alla marmellata), oppure la consumo verso le 13.30/14.00 Visto il quadro della mia situazione, le chiedo: 1) com’è possibile dimagrire se mangio 5 volte di più di quanto mangiavo prima? 2) è possibile iniziare con la colazione alle 13.00/14.00 e continuare a distanziare i pasti di 3 ore uno dall’altro portandoli fino a notte? E in questo caso sarebbe meglio ridurli? Spero di ricevere risposta perché davvero non so come comportarmi. Nel frattempo sto seguendo la dieta credo in modo sbagliato, perché tendo a saltare alcuni pasti. La ringrazio per l’attenzione. Marina

Risposta

Cara Marina, una dieta da 1100 kcal è ampiamente al di sotto del fabbisogno medio nazionale e, anzi, è indice di una vita molto sedentaria. Quindi è poco probabile che tu, pur facendo più pasti, possa mangiare di più di quello che fai ora. Inoltre, in genere, per dimagrire non serve mangiare poco, piuttosto serve mangiare bene, con una giusta proporzione di macro e micro nutrienti, proprio come propone la dieta Melarossa. Il fatto che gli alimenti siano distribuiti nel corso della giornata è per non appesantire mai troppo l’organismo, nè, di contro, fargli sentire la fame. Se però le tue esigenze lavorative ti portano a mangiare di più nella seconda parte della giornata, ricorda che puoi spostare gli alimenti a quando preferisci. Il consiglio che ti diamo è solo quello di non concentrare tutti gli alimenti in un pasto, piuttosto diluirli nel corso delle tue ore di veglia.
Lo staff di Melarossa, la tua dieta gratis

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteCome frenare la fame continua…
Articolo successivoErnia inguinale
Sono la curatrice del sito di cui mi occupo da quando è stato creato e poi registrato come testata nel 2002. Supporto la redazione per la stesura dei contenuti, soprattutto nelle categorie dieta e nutrizione, e in particolare mi interfaccio con il team di esperti nutrizionisti per le risposte ai dubbi degli utenti.