Home Nutrizione Scrivi al nutrizionista Dieta e turni notturni

Dieta e turni notturni

CONDIVIDI

Buonasera, sono un infermiere, da una settimana ho iniziato la dieta di melarossa, a parte i problemi di determinazione iniziale nel seguire un regime alimentare più idoneo e volto a perdere peso (che si ripresentano ogni volta che decido di iniziare una dieta), mi trovo a fare i conti con la fame durante i turni notturni. I turni iniziano la sera alle 21.00 e terminano la mattina del giorno dopo alle 7.00 ovviamente fino alle 8.30 circa non sono a letto, quindi in questo lungo lasso di tempo mi ritrovo ad avere fame per più volte. Ho provato a sopperire con la frutta, ma la sensazione di sazietà dura poco ed allora inizio con le tisane ed i tè, qualche volta le gallette di riso. Ho riscontrato all’incirca che le ore attorno a cui si manifesta la sensazione di fame sono più o meno le stesso, ovvero: 00.00, le 4.00 e spesso le 7.00 o poco prima di andare a riposare la mattina. Quindi circa due/tre volte durante la nottata. Come posso risolvere la questione? quali alimenti posso mangiare? in quali quantità e per quante volte nell’arco della nottata? mangiare prima di dormire comporta un accumulo? va bene o è controproducente? Temo che gli sforzi diurni vengano in qualche modo vaneggiati da comportamenti notturni, per così dire. Grazie per la futura risposta, Elia

 

Risposta

 

Caro Elia, sicuramente il ritmo biologico di una persona turnista è un po’ diverso rispetto a quello di chi segue le regole sonno-veglia legate alla luce. L’alimentazione però non cambia molto, devi solo organizzare i pasti in orari consoni alla tua vita professionale, cogliendo anche occasioni per fare movimento. Ricorda che le verdure crude e scondite sono ottime per spezzare la fame (carote, finocchi, sedani, ecc hanno un ottimo potere saziante) e fare il pieno di vitamine e sali minerali. Se hai veri e propri attacchi di fame fai bene a integrare la dieta: soffrire la fame può portare ad abbandonare la dieta e questo è deleterio. Ricorda però che per ottenere risultati alcuni sacrifici sono necessari quindi cerca di “accontentarti” delle verdure scondite; e ricorda che le sana abitudini alimentari devono diventare uno stile di vita per non riprendere, anche in futuro, il peso perso. Infine possiamo tranquillizzarti che mangiare prima di dormire non aggrava gli introiti calorici, anche se sarebbe meglio fare un pasto leggero prima del riposo. Ricorda infine che è molto importante unire una discreta attività fisica alla sana alimentazione, così facendo si tenderà ad aumentare il metabolismo, velocizzando il dimagrimento e aumentando i consumi basali anche in fase di riposo.
Lo staff di Melarossa, la tua dieta gratis

Commenti
CONDIVIDI
Articolo precedenteColiche
Articolo successivoBrodo
Sono la curatrice del sito di cui mi occupo da quando è stato creato e poi registrato come testata nel 2002. Supporto la redazione per la stesura dei contenuti, soprattutto nelle categorie dieta e nutrizione, e in particolare mi interfaccio con il team di esperti nutrizionisti per le risposte ai dubbi degli utenti.