Home Nutrizione Scrivi al nutrizionista Curiosità alimentare: verdure al vapore

Curiosità alimentare: verdure al vapore

CONDIVIDI

Io amo molto le verdure, al vapore pero mi danno l-idea di ospedale e quindi le taglio a pezzi le metto in una padella larga e le faccio cuocere in un po’ d-acqua per 10 minuti a seconda della verdura aggiungendo magari delle spezie, poi tengo il liquido che rimane sul fondo e lo uso per insaporire e saltare la pasta o il riso  o per far rinvenire il cous cous. Un procedimento sensato? cosi le verdure mi rimangono un po sode, non perdo i principi nutrivi e tutto e` più buono e senza grassi, cosi posso aggiunger l-olio a crudo. Giorgia

Risposta

Cara Giorgia, il procedimento è molto sensato prima di tutto perchè molte vitamine sono “idrosolubili” quindi, lessando le verdure e buttando l’acqua di cottura, si perderebbero importanti valori nutrizionali; secondo perchè le verdure “al dente” hanno un indice glicemico più basso che permette di assimilarle meglio, con un minimo apporto calorico. Perfetto l’olio a crudo che aggiungi a fine cottura perchè, anche in questo caso, i grassi insaturi dell’olio, meglio se extra-vergine di oliva, si mantengono integri e sono ottimi per l’organismo.
Lo staff di Melarossa, la tua dieta gratis

Commenti
CONDIVIDI
Sono la curatrice del sito di cui mi occupo da quando è stato creato e poi registrato come testata nel 2002. Supporto la redazione per la stesura dei contenuti, soprattutto nelle categorie dieta e nutrizione, e in particolare mi interfaccio con il team di esperti nutrizionisti per le risposte ai dubbi degli utenti.