Home Nutrizione Scrivi al nutrizionista Alimenti sazianti

Alimenti sazianti

CONDIVIDI

Buon giorno professor Piretta, sono Sofia una ragazza di quasi 17 che vive a Padova. Ho uno stile di vita molto attivo, faccio tre allenamenti a settimana di hockey su prato più partita, la scuola che mi occupa molto tempo e molte energie e poi altri impegni e nonostante tutto, fortunatamente, riesco a ritagliarmi anche del tempo per me e a fare delle attività insieme alle mie amiche nelle quali mi diverto molto. Tuttavia durante la settimana ho sempre i “minuti contati” e spesso per il nervosismo mi viene molta fame, in particolare voglia di cibi dolci, e spesso non mi basta poco per saziarmi. Poi però, una volta finito, mi rendo conto di aver mangiato troppo e anche molto più del necessario. Le scrivo per chiederLe se ha qualche consiglio da darmi per tovare qualche alimento oltre alla frutta che mi aiuti a saziarmi in questi momenti di “fame nervosa”. Sono alta 172cm circa e peso, nelle ultime settimane, 65kg (che per me è un po’ sovrappeso rispetto al solito, cioè 63.5/64kg, non mi spiacerebbe togliermi questo chiletto di troppo!) Grazie della risposta, confido in Lei. Cordiali saluti, Sofia.

Risposta

Cara Sofia, è un piacere leggere del tuo entuasiamo e delle tue tante e interessanti attività: BRAVA! Il tuo peso è perfetto e, anche se per motivi estetici vorresti dimagrire un po’, non devi seguire una dieta restrittiva, visto anche l’ottimo allenamento sportivo che svolgi quotidianamente. Per raggiungere l’obiettivo che ti sei prefissata sarà sufficiente mangiare “bene”: cioè evitare un eccesso di zuccheri semplici e grassi che potrebbero non solo aumentare molto l’apporto calorico ma anche appesantire il fegato e la digestione. Ogni giorni fai una buona colazione a base di latte, cereali (intesi anche come fette biscottate, pane o prodotti da forno) e frutta. Ricorda di suddividere i pasti con equilibrio, facendo anche uno o più spezza-digiuno al mattino e pomeriggio, in modo da non arrivare mai affamata al pasto successivo. Gli eccessi di cui parli potrebbero essere dettati anche da leggeri cali ipoglicemici: spesso quando si “tira” troppo il digiuno, si mangia poi più del necessario per “compensare”. Meglio fare più piccoli snack a base di frutta, verdure crude e scondite, yogurt con frutta secca che “soffrire la fame” e poi “consolarsi” con un eccesso di qualsiasi pietanza. In bocca al lupo per tutte le tue attività.
Lo staff di Melarossa, la tua dieta gratis

Commenti
CONDIVIDI
Articolo precedenteTiroidite
Articolo successivoNon dimagrisco
Sono la curatrice del sito di cui mi occupo da quando è stato creato e poi registrato come testata nel 2002. Supporto la redazione per la stesura dei contenuti, soprattutto nelle categorie dieta e nutrizione, e in particolare mi interfaccio con il team di esperti nutrizionisti per le risposte ai dubbi degli utenti.