Home Nutrizione Cibo e Salute Celiachia, mangiare bene si può!

Celiachia, mangiare bene si può!

CONDIVIDI
consigli per i celiaci

La celiachia colpisce 1 italiano su 100, e quando si scopre di essere intolleranti al glutine ci si sente un po' spiazzati e spaventati per i grossi cambiamenti che dobbiamo mettere in atto a livello alimentare. Ci sono cibi che non sarà più possibile mangiare e un celiaco deve accettare questa limitazione senza condizione.

Ma come si fa a sapere quali e soprattutto, dove reperire le informazioni necessarie su come modificare la propria dieta senza per forza doversi considerare un malato? Presto detto! Da trent'anni l'Associazione Italiana Celiachia svolge un  ottimo lavoro di informazione, divulgazione  e promozione dell'assistenza al celiaco. E fornisce ai celiaci strumenti utilissimi per affrontare questa intolleranza con serenità.

Qualche esempio? L'Abc della dieta del celiaco che spiega in modo approfondito quali sono i cibi  permessi, a rischio e vietati e come fare per variare la propria  alimentazione per garantirsi nutrienti e calorie sufficienti ad ogni pasto.
Fra gli alimenti vietati ci sono cereali come frumento, grano, orzo, avena, segale, ma anche paste e prodotti da forno preparati con farine dei cereali appena elencati.

Per quanto riguarda gli altri gruppi come quindi carne, dolci, latticini e verdure, tutto ciò che è preparato o è a base di ingredienti come i cereali vietati o seitan o ancora lievito naturale o lievito madre deve essere escluso. Anche la frutta disidratata è segnalata n questa categoria.

Esistono poi degli alimenti considerati a rischio, perché potrebbero contenere una quantità di glutine superiore a quella consentita, o ancora potrebbero essere venuti a contatto con cibi che il glutine lo contengono.

In questa categoria sono comprese diverse farine, i risi pronti, omogeneizzati, piatti pronti, uova pastorizzate, salumi e conservati di carne, diversi tipi yogurt e di budini, patatine, passati di verdure, frullati. Anche sulle bevande un celiaco deve prestare molta attenzione escludendo tutti gli alcolici prodotti dalla fermentazione di malto d'orzo o frumento, succhi di frutta e bevande all'avena.

Un elenco che potrebbe sembrare demoralizzate, ma che invece lascia fuori molti alimenti che invece sono consentiti e sicuri e che restituiscono al celiaco esperienze gustative e sapori che pensava di dover dimenticare per sempre.

La dieta del celiaco infatti, anche secondo l'Associazione, può essere variata scegliendo ogni giorno da 1 a 5 porzioni di alimenti da ognuna dei gruppi della piramide alimentare. E i consigli dietetici sono molto puntuali e approfonditi.
Anche noi di Melarossa vi proporremo a breve degli approfondimenti con esperti e nutrizionisti per saperne di più sulla celiachia, negli adulti e nei bambini!

Luisa Carretti

Commenti