Home Nutrizione Alimenti dalla A alla Z Il pompelmo, frutto dietetico amico della linea

Il pompelmo, frutto dietetico amico della linea

CONDIVIDI
le proprietà del pompelmo frutto amico della linea

Tra la famiglia degli agrumi il pompelmo è il meno comune e forse proprio per questo quello dotato di maggiore allure, sia nelle sue sfumature gialle che in quelle rosa. Il sapore tendente all’amaro, amatissimo da molti, ci conferma quello che moltissime diete promettono: il pompelmo è un frutto realmente dietetico, molto povero di zuccheri e con reali proprietà brucia-grassi. Ma andiamo a conoscerlo da vicino!

Composizione nutrizionale: fibre, vitamine e appena 26 kcal

Un identikit che si rispetti non può prescindere dalla composizione. Eccoci allora a scoprire che cosa c’è dentro il pompelmo: 100 g di prodotto commestibile apportano 26 kcal (record negativo tra gli agrumi!), contengono 91,2 g di acqua, 6,2 g di carboidrati e 1,6 g di fibra e ci consentono di incamerare 230 mg di potassio, 0,3 mg di ferro e 40 mg di vitamina C.

Tanto betacarotene per favorire l’abbronzatura

Il pompelmo, lo si capisce da fuori e da dentro, appartiene al gruppo di frutta e verdura di colore giallo, con tutte le più tipiche proprietà del caso. Come ci ricorda la campagna di promozione e di informazione di UNAPROA “Nutritevi dei colori della vita” la colorazione gialla è dovuta alle elevate quantità di betacarotene, una sostanza appartenente alla famiglia dei carotenoidi, che il nostro organismo converte in vitamina A, fondamentale per numerose funzioni dell’organismo. La vitamina A, infatti, contribuisce al normale metabolismo del ferro e al mantenimento della pelle, della capacità visiva e della funzione del sistema immunitario nella normalità. In generale il beta-carotene è un potente antiossidante che viene assorbito con i grassi e se assunto con gli alimenti non procura sovradosaggio, come può invece verificarsi nel caso di un eccessivo uso di integratori. Insomma, ora che abbiamo ben bene inaugurato la primavera, niente di meglio per dare il benvenuto anche alla tintarella!

Dietetico naturale

Frutta gustosa e poco calorica è già una grande notizia, ma il pompelmo fa di più. Questo agrume straordinario aiuta proprio a dimagrire! Sembra una bufala ma non lo è, ci sono evidenze scientifiche che dimostrano che il nostro frutto ha la capacità di ridurre l’assorbimento dei cibi durante il transito intestinale. Responsabile di questa vera e propria arma segreta è la fenilalanina, un amminoacido naturale presente nella polpa dell’agrume. Non è un caso che ci sia un gran pullulare di diete a base di pompelmo…

Il tuo alleato contro la fame

Le virtù del pompelmo sono pazzesche. Non solo è ipocalorico e brucia-grassi, ma riesce pure a frenare il senso della fame. Provate a mangiarne qualche spicchio prima di pranzo o cena e vedrete che non farete nessuna fatica ad accontentarvi di un pasto light. Ma non è finita qui: è ricchissimo di acqua e fibre e per questo idrata l’organismo e aiuta il fegato e i reni a depurarsi dalla tossine, migliora la digestione e accelera il metabolismo… Che dire? Conviene tenerne sempre uno in borsetta!

Occhio ai farmaci: gli abbinamenti da evitare

Un’avvertenza con il pompelmo è d’obbligo. Non tutti sanno che questo frutto ha interferenze con alcuni tipi di farmaci, perciò, se si stanno assumendo medicine bisogna assolutamente chiederne al medico la compatibilità con il pompelmo. Di alcuni, per esempio la pillola anticoncezionale e i farmaci anticolesterolo, diminuisce l’assorbimento inficiandone l’efficacia; di altri blocca l’azione di alcuni componenti: è il caso dell’enzima CYP3A4 contenuto nel viagra, necessario a metabolizzare il farmaco nell’intestino tenue. E questo aumenterebbe la comparsa di effetti indesiderati. Insomma, abbiamo fatto solo qualche esempio, ma qualsiasi farmaco si stia assumendo bisogna consultare il medico prima di berselo con una soave spremuta di pompelmo…

Un rimedio per favorire la digestione

Lungi da noi mitigare i sensi di colpa e le controindicazioni per chi esagera a tavola, però il buon pompelmo ci offre il suo aiuto anche in quel caso. Funzionando realmente come disinfettante e stimolante dell’apparato digerente, al termine di una cena troppo ricca può portare grande sollievo. E, vista la bassa presenza di zuccheri, non va ad aumentare (come invece accadrebbe con gli altri agrumi) carico glicemico. Per di più, un paio di cucchiaini di succo di pompelmo aggiunti al caffè hanno comprovate proprietà analgesiche.

Succo di pompelmo per una pelle di seta

Per la pelle? Il pompelmo ci è amico anche qui. Oltre alle proprietà antiossidanti di cui l’epidermide già beneficia assai se ce lo mangiamo o beviamo, anche spalmato il nostro agrume funziona. Per avere una pelle libera da impurità, luminosa e fresca, è sufficiente, ogni mattina, diluire in acqua il succo di un pompelmo e lavare il viso così. I risultati non tarderanno!

Tiziana Landi

Commenti