Home Nutrizione Alimenti dalla A alla Z Con le pesche combatti il caldo e diventi più bella

Con le pesche combatti il caldo e diventi più bella

CONDIVIDI
Con le pesche sei più bella e combatti il caldo

Le pesche sono così dolci e gustose che è quasi impossibile non farsele piacere. Ma se sono le regine dell’estate, non è solo per il loro delizioso sapore zuccherino che ti conquista a ogni morso, ma soprattutto per le tante proprietà benefiche che offrono al tuo organismo. Fresche, cotte, sciroppate, in confettura o utilizzate per creare liquori e dessert: scegli tu come mangiarle, noi ti sveliamo tutte le sue proprietà!

Le pesche, una vera miniera d’acqua

Se andiamo a scoprire i numeri delle pesche e la loro composizione nutrizionale milligrammo per milligrammo, vediamo che in 100 g di prodotto commestibile trovi 6,1 gr di carboidrati, 1,6 gr di fibra e circa il 90% di acqua. Hai bisogno di riassorbire liquidi, fibre e sali minerali quando fa molto caldo o pratichi intensa attività fisica? Scegli le pesche, che con tutta l’acqua che contengono sono perfette per la tua idratazione. Senza contare quanto questo sia importante anche per la tua lotta contro la cellulite e la ritenzione idrica!

Mangiandone 100gr assumi anche 260 mg di potassio, 0,4 mg di ferro, 27 mg di vitamina A e 4 mg di vitamina C, per un totale di sole 27 calorie.

La bellezza si conquista a morsi

Mangiare le pesche è un toccasana per la tua pelle, che diventa più bella, luminosa ed elastica, grazie alla vitamina A. Inoltre, le pesche contengono selenio, che svolge un’importante azione protettiva delle cellule, riparandole dai danni del tempo.

Con il giallo-arancio delle pesche è subito estate

Il colore giallo-arancio delle pesche ricorda quello del sole nei tramonti infuocati dell’estate e, come per tutta la frutta e verdura di colore giallo-arancio, è dovuto alle elevate quantità di betacarotene, una sostanza appartenente alla famiglia dei carotenoidi, che il nostro organismo converte in vitamina A, fondamentale per numerose funzioni dell’organismo.

Come ci ricorda ”Nutritevideicoloridellavita”, campagna di informazione e promozione di UNAPROA – cofinanziata da Stato italiano e Unione europea – che raccomanda per il tuo benessere di mangiare ogni giorno almeno 5 porzioni di frutta e verdura di colori diversi, i carotenoidi contenuti nella frutta e verdura di colore giallo-arancio, vengono convertiti dal nostro organismo in vitamina A, fondamentale per diverse funzioni del nostro organismo.

La vitamina A, infatti, contribuisce al normale metabolismo del ferro e del mantenimento della pelle, della capacità visiva e della funzione del sistema immunitario nella normalità.

Benessere per gli occhi

Sempre grazie al betacarotene, le pesche migliorano anche la tua vista: questa sostanza infatti svolge un ruolo fondamentale per la corretta circolazione sanguigna, contribuendo di conseguenza alla salute dei tuoi occhi e prevenendone le infezioni.

La tua pancia ringrazia

Grazie alla fibra alimentare contenuta nelle pesche e capace di assorbire l’acqua, questo frutto può essere un valido aiuto per combattere vari disturbi come stitichezza, emorroidi e gastrite. E poi non dimenticarti che le fibre favoriscono il senso di sazietà, quindi scegli le pesche come spuntino spezza-fame anche quando sei a dieta!

Tanto potassio per la salute del tuo cuore

Ogni pesca contiene circa 285 microgrammi di potassio, cioè circa il 14% della quantità giornaliera raccomandata di potassio per un adulto. Questo sale minerale aiuta a regolare il battito cardiaco e la pressione sanguigna, prevenendo quindi stati di ipertensione, nonché di infarto e calcoli renali.

E tu quale preferisci?

Ci sono moltissime varietà di pesche, anche se le più comuni si dividono in tre categorie principali: la pesca comune, con la sua buccia vellutata e fornita di una sottilissima peluria, con polpa bianca o gialla. Poi c’è la pesca noce o nettarina,  caratterizzata invece da una buccia liscia e da una polpa più gialla e soda. Infine, ci sono le percoche, che vengono utilizzate principalmente per essere trasformate in succhi di frutta, perché grazie alla loro polpa molto consistente, si mantengono più a lungo e sono ideali per l’industria conserviera.

I tanti usi in cucina

Le pesche hanno un notevole utilizzo in cucina: sciroppi, conserve, gelati, marmellate, e moltissimi dessert, tra cui il più famoso, la pesca melba.

Uno degli abbinamenti estivi più amati è quello con il tè freddo, a cui la pesca regala aroma e sapore. Vuoi provare una ricetta per preparare in casa un tè freddo originale, dissetante e allo stesso tempo energizzante?

Prova la nostra ricetta del tè freddo alla pesca e zenzero!

Ricetta tè freddo alla pesca e zenzero

Ingredienti per 1 lt. di acqua:

  • 12/16 gr. di tè Oolong
  • 1 pesca noce dolce
  • 10 gr. circa di radice di zenzero

Preparazione:

Lava la pesca e riducila a cubetti, togliendo il nocciolo. Pela la radice di zenzero e tagliala a pezzi. Porta l’acqua ad ebollizione, ma fai attenzione: dopo aver spento il fuoco attendi un minuto prima di aggiungere il tè, in quanto questa varietà alla temperatura di 100 gradi perderebbe alcune delle caratteristiche organolettiche.

Aggiungi quindi il tè e lascia in infusione per circa 6/7 minuti.
Aggiungi subito anche lo zenzero e la pesca e lascia raffreddare a temperatura ambiente. Versa in una caraffa e riponi in frigorifero.

Commenti