Home Nutrizione Alimenti dalla A alla Z Il cetriolo, l'alleato della tua silhouette

Il cetriolo, l'alleato della tua silhouette

CONDIVIDI
benefici e proprietà del cetriolo

C’è in giro una maldicenza che va sfatata. Si utilizza il buon nome del cetriolo per indicare una grana o simili che piomba addosso, un po’ all’improvviso, e non esattamente in modo piacevole. Ebbene, è una nomea del tutto ingiusta. Prova il cetriolo e ne riparliamo, mangialo e vedrai: non è poi così lunga la lista di ortaggi altrettanto amici della linea e dell’estate. Fresco, ipocalorico e ricco di sali minerali com’è non teme rivali e, mangiato o spalmato, anche per la pelle è un vero toccasana.

A nudo

Per non buttarla nel vano chiacchiericcio, sfoderiamo i numeri, per tranquillizzare anche i più malfidati. Per 100 g di cetriolo commestibile, 96,5 g sono di acqua, 1,8 di carboidrati, 0,8 di fibre, per un totale di appena 14 Kcal. Mangiando questi stessi 100 g della nostra verdura assumiamo 140 mg di potassio, 0,3 mg di ferro, tracce di vitamina A e 11 mg di vitamina C. Insomma, anche i numeri la dicono lunga…

Tutti i vantaggi del verde

Che il verde sia un colore particolarmente salutare si sa, pare che stare immersi in questo colore rilassi moltissimo e che in mancanza di verde “in carne e ossa” facciano un buon effetto anche solo delle pareti in questa tinta. Ma non fa bene solo a guardarlo, anche a mangiarlo! Come ci ricorda la campagna di promozione e di informazione di UNAPROA “Nutritevi dei colori della vita”, ci sono due sostanze nutrienti che accomunano tutti gli ortaggi verdi: il magnesio e l’acido folico. Il magnesio è parte della molecola della clorofilla e nell’uomo contribuisce al normale metabolismo energetico e alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento, al normale funzionamento del sistema nervoso e di quello muscolare. L’acido folico o folato, invece, oltre a essere utile durante i primi mesi della gravidanza, contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento e alla normale funzione del sistema immunitario.

Purificati dentro e belli fuori

Ok, ok, “purificati dentro e belli fuori” ricorda tanto uno slogan pubblicitario, ma nel caso del cetriolo è proprio la verità. Ricchissimo di acqua, il nostro ortaggio è rinfrescante e depurativo… e i reni ringraziano, visto che sono molto aiutati a eliminare le tossine. Ma non sono i soli a essere beneficiati, ne traggono giovamento anche fegato, pancreas e intestino vista l’azione disintossicante dell’ortaggio.

In particolare, i molti sali minerali contenuti dal cetriolo sono utili per controbilanciare i cibi acidi. I cetrioli sono poi un valido aiuto anche per assimilare le proteine. E il tutto per un contenuto calorico veramente irrisorio… A livello esteriore, va ricordato, questo si traduce con risultati a dir poco graditi: sarebbe a dire pancia piatta e cellulite ridotta ai minimi termini. Quindi, fai attenzione, è un cibo perfetto per andare sfrontata verso il bikini!

Sssh… ecco l’arma segreta!

Dentro al cetriolo c’è un trucco, un’arma segreta che lo rende così amabilmente potente nelle sue capacità depurative. Il suo nome è: acido tartarico. Si tratta di un acido organico che, associato a qualsiasi tipo di carboidrato opera in maniera tale da non farlo trasformare in adipe: invece di farlo assimilare dal proprio corpo, fa sì che venga eliminato attraverso le feci. Hai capito? In pratica, un vero e proprio regalo per tutti coloro che vogliono perdere peso, ma vanno pazzi per i carboidrati.

Guerra alle occhiaie

Avete presente la classicissima immagine della fanciulla con sopra gli occhi delle fettine di cetriolo? Ebbene, non si tratta di pubblicità ingannevole: il nostro ortaggio funziona davvero anche per le occhiaie, e non solo. Messi sugli occhi, i cetrioli sgonfiano, riducono borse e occhiaie e ravvivano lo sguardo. Ma il nostro ortaggio è un vero toccasana per la pelle in genere. Grazie allo zolfo di cui è ricco, aiuta a schiarire le macchie dell’età, per via delle sue proprietà decongestionanti e, usato con continuità, dà anche soddisfazione contro le rughe. Prova una bella maschera (genuina ed economica) a base di cetriolo tritato, olio d’oliva e qualche goccia di succo di limone: vedrai che pelle morbida, luminosa e ringiovanita!

In medio stat virtus

Le brave massaie lo sanno già, ma ecco un piccolo consiglio per quante sono un po’ più zoppicanti in fatto di economia domestica. Per avere il meglio dal cetriolo, al supermercato sceglilo sempre con buccia lucida e ben tesa, non raggrinzita e con le estremità sode, mai mollicce. Poi, soprattutto, evita cetrioli troppo piccoli o troppo grandi: possono infatti essere, rispettivamente, indice di scarsa ed eccessiva maturazione. I frutti di dimensione maggiore sono inoltre più ricchi di semi.

Per mangiarti meglio…

D’estate con il cetriolo c’è davvero da sbizzarrirsi… in ricette da mangiare, ma anche da bere! La fantasia è bene accetta, ricordiamoci solo che per godere appieno delle sue proprietà va consumato crudo e che, anche per chi fa un po’ fatica a digerirlo, ma non vuole rinunciare ai suoi molti benefici, un rimedio c’è: elimina la buccia, taglia il cetriolo a rondelle, salalo e lascialo in un colino per almeno mezz'ora.

Prova le due ricette di Melarossa:

Tagliatelle di cetriolo con olio al basilico, pomodorini e olive

Tzatzki in chiave light

 

Commenti