Home Nutrizione Alimenti dalla A alla Z La castagna, golosa alleata contro lo stress

La castagna, golosa alleata contro lo stress

CONDIVIDI
castagna, ottimo anti stress in autunno

La castagna è un autentico boccone anti debolezza, un ricostituente 100% naturale. Se cerchi un alleato per parare i colpi bassi di stress e stanchezza fai una prova...con lo sprint delle castagne le sospirate vacanze di Natale arriveranno in un battibaleno!

 

Energia in guscio...

100 gr di polpa contengono 165 Kcal e di questi, 55, 8 gr sono di acqua, 36, 7 g sono di carboidrati, 4, 7 g di fibra. Lo stesso quantitativo apporta al nostro organismo 395 mg di potassio e 0, 9 mg di magnesio.

Parola d'ordine: moderazione

Attenzione! Chili di troppo sulla coscienza non ne vogliamo avere, quindi te lo mettiamo nero su bianco qui...e poi non dire che non te lo avevamo detto: occhio alle calorie! Le castagne sono buonissime, hanno un potenziale aggregante capace di dare senso a una serata grigia, come dulcis in fundo possono svoltare una cena tristanzuola e sono pure zeppe di proprietà che fanno bene alla salute.

Però c'è un però, ed è inutile nasconderlo: fanno ingrassare. Il loro apporto calorico non è quello più tipico di verdura e frutta e bisogna saperlo. Contengono molti carboidrati complessi e hanno un valore nutrizionale paragonabile a quello del pane integrale. Sono calorie di ottima qualità e se non combatti con la bilancia, puoi trarre maggiori benefici da uno spuntino a base di castagne piuttosto che da un'artefatta merenda dallo stesso potenziale calorico.

A tutto sport

Le virtù della castagna sembrano pensate appositamente per gli sportivi. I carboidrati complessi e i molti amidi rendono il nostro 'frutto' un serbatoio di energia ideale. Ancora più perfetto poiché unito a sali minerali importanti come fosforo e potassio e vitamine quali la B2 e la PP, che sono fondamentali per la salute dei tessuti.

Da menzionare anche la presenza dell'acido folico, fondamentale in gravidanza per un sano sviluppo del feto. Il mix di nutrienti che la compongono sono un toccasana per muscoli e ossa.

Il cuore batte bianco

Siamo pronti a cogliere in castagna (e scusate il gioco di parole) chi pensa che la castagna sia marrone. Proprio così. Nonostante le ingannevoli apparenze, il vero "colore nutrizionale" della castagna è il bianco, ovvero la tinta della sua polpa. La castagna appartiene al gruppo dell'ortofrutta di colore bianco, spia del fatto che contenga in sé, come gli altri compagni cromatici, due composti particolarmente interessanti, ovvero il potassio e la fibra.

Il primo contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso, della funzione muscolare e della pressione sanguigna; il secondo mantiene in salute l'intestino e contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue.

Oltre l'autunno...

Per essere certa di portarti a casa un bottino di castagne che non ti faccia esclamare di delusione proprio quando, già cotte, sei pronta a metterle in bocca, bastano piccole e semplici accortezze. Quando compri le castagne, accertati che la buccia sia integra e lucida, senza spaccature.

Al tatto controlla che siano sode e piene. Per conservarle al meglio tienile al fresco, in un cesto o una cassetta bassa, in modo tale che tra i frutti circoli aria per evitare che ammuffiscano: assolutamente sconsigliati, invece, i sacchetti di plastica. Se l'ambiente è troppo secco puoi coprirle con un telo umido che lasci passare l'aria.

In una, massimo due settimane, però, devi mangiarle. Una soluzione puoi trovarla anche se le desideri non solo nella loro stagione (unicamente ottobre e novembre, sic!): prendi delle castagne belle integre, lavale, asciugale alla perfezione e incidile... per un anno ti faranno compagnia.

La bellezza del riccio

Sarà che è troppo buona per poter solo pensare di non metterla in bocca, ma in realtà la castagna ha poteri da beauty farm a 5 stelle. Con le sue proprietà antiossidanti, rigeneranti e vitalizzanti, può essere un'alleata preziosissima per la bellezza e sempre più spa e centri termali stanno imparando a sfruttare queste valide risorse.

Ma c'è un'ulteriore buona notizia: molto puoi fare anche da casa, con estrema goduria della pelle e interessante risparmio per il portafogli. Te ne suggeriamo un paio.

  • Per un viso levigato, idratato e nutrito, prova la maschera a base di castagne e miele. Frulla 20 castagne lesse, 1 cucchiaio abbondante di miele, 1 cucchiaio di olio di mandorle dolci, 1 spicchio d'arancia senza semi, fino a raggiungere una poltiglia omogenea. Stendila su viso e collo e lasciala riposare per 25 minuti circa.Risciacqua e goditi i risultati.
  • Se frulli, invece, 10 castagne lesse assieme al succo di 1 limone, otterrai un composto utile ad attenuare le macchie cutanee. Serve un po' di pazienza: ripeti l'operazione (tenendo la maschera per mezz'ora ogni volta) tre volte a settimana per almeno un paio di mesi e comincerai a vedere i risultati.

L'albero del pane

Prima di suggerirti la nostra ricetta, e dopo averti messo in guardia sulle calorie, vogliamo ricordarti come la saggezza antica, da tempi davvero remoti, avesse individuato nella castagna un alimento base utilissimo: grazie ai suoi carboidrati, è capace di sostituire cereali più complessi e costosi sulle mense dei poveri. Non è un caso che Senofonte, storico greco che visse 400 anni prima di Cristo, abbia definito il castagno "albero del pane". E non per niente dalle castagne si ricava anche l'omonima farina, ingrediente base di molti dolci (come il castagnaccio), polente e del cosiddetto "pane d'albero", tipico di alcune zone della Francia.

L'idea ricetta: budino di farina di castagne, cacao e pinoli

Isabella Quercia

©Shutterstock/Alexander Chaikin

Commenti