Home Moda curvy Tendenze moda Pareo: 5 modi originali per annodarlo in base alle tue forme

Pareo: 5 modi originali per annodarlo in base alle tue forme

CONDIVIDI
pareo: come annodarlo in base al tuo fisico

Il pareo è un semplice rettangolo di stoffa colorata, tinta unita o fantasia, in cotone o altro tessuto che, col passare del tempo, è diventato un vero e proprio capo cult per coprire il costume ed anche per nascondere i difetti del corpo.

Amato da tutte le donne, soprattutto dalle appassionate di moda, è leggero da portare in valigia e pratico da indossare in vacanza e, a seconda di come lo annodi, può trasformarsi in abito, gonna o pantalone e valorizzare al meglio la tua silhouette!

Utilizza il pareo per nascondere i tuoi punti deboli

Il pareo è un fantastico capo salva linea: se usato correttamente può aiutarti a dissimulare qualche chilo di troppo, a nascondere pancetta, glutei pronunciati o gambe robuste: è in grado di coprire la parte bassa del corpo ma anche quella alta, quindi è perfetto per mettere in risalto i tuoi punti forti e nascondere quelli deboli!

Se hai un lato B generoso, ad esempio, puoi annodare il pareo intorno alla vita e mettere in risalto il décolleté con un reggiseno push-up; se invece vuoi nascondere la pancetta, puoi legare questo accessorio sopra il seno, in modo da coprire l’addome per evidenziare al meglio le tue gambe. Se invece vuoi nasconderle, perché non troppo magre, puoi usare un pareo lungo per creare l’effetto vedo-non-vedo, da annodare sulle spalle come fosse un abitino.

Vuoi saperne di più? Leggi la nostra guida e scopri 5 idee originali per annodare il pareo tenendo conto delle diverse strutture morfologiche: qual’è la migliore per te? 

1Versione Panta-Gonna


A metà tra bermuda e gonna, questo modo di allacciare il copricostume è consigliato alle curvy a triangolo capovolto e alle curvy a 8. Prendi il pareo per il lato più corto e posizionatelo sul davanti, all’altezza della vita, annoda le due estremità dietro la schiena e fai passare il pareo tra le gambe, legando tra di loro le altre due estremità davanti.

2Versione Gonna


Si tratta del classico modo di allacciare il nostro capo sul costume (anche intero) e sta bene a tutti i tipi di curvy. Lega il pareo in base alla lunghezza desiderata (mini o maxi). Afferra un’estremità sul fianco destro con la mano destra, avvolgi il pareo sui fianchi tenendo l’altra estremità con la mano sinistra e congiungi infine le due estremità sul fianco destro, annodandole strette.

3Versione a Tubino


Avvolgi il pareo intorno al corpo, afferra le due estremità superiori e legale con un bel nodo. Se hai un seno generoso, piuttosto che lasciare il fiocco con le ciocche sciolte dietro, ti consigliamo di passare le due estremità del pareo dietro la schiena e annodarle: il risultato sarà una sorta di tubino senza spalline, perfetto per dare maggiore sostegno al seno..

4Versione Abito


Sta bene a tutte (perché “veste” molto) ed è semplice da realizzare. Basta incrociare le estremità sulle spalle e annodarle intorno al collo. Per evitare che il davanti sia troppo ampio o al contrario “strozzato”, avvita con le dita le estremità su se stesse creando come dei cordoni più sottili. Abbina una bella collana colorata

5Versione Monospalla


Un modo divertente e originale per trasformare il maxi pareo in un abito con una sola spalla. Tieni un’estremità del capo sulla spalla sinistra, tira il lembo destro sotto il braccio destro, passandolo dietro la schiena e poi sul davanti. Avvolgi il pareo e ferma con un nodo le due estremità sulla spalla sinistra. Consigliato alle più longilinee ma con le curve..

Commenti