Home Moda curvy Coach Moda Curvy e cool? Basta una t-shirt!

Curvy e cool? Basta una t-shirt!

CONDIVIDI

 

“Quelli che una volta scrivevano i messaggi con il telefonino”, verrebbe voglia di dire. Perché oggi i messaggi si scrivono sulle magliette. Accattivanti, colorate e piene di disegni, scritte, pop art, grafica e contenuti, la t-shirt non è solo un capo di abbigliamento ma un vero e proprio modo di esprimersi.

Nata in America all’inizio del XX secolo, negli anni ‘40 venne adottata come divisa dalla marina e si diffuse in Europa durante la seconda guerra mondiale.
Il nome T-shirt trova la sua origine semplicemente dalla forma del capo che ricorda una “T”.
Usata negli anni ‘70 soprattutto come mezzo pubblicitario, divenne un cult della moda negli anni ‘80 e soprattutto ‘90: i più giovani la indossavano soprattutto per esprimere le loro preferenze di moda o le loro passioni musicali.

Dunque è l’urban style metropolitano che ne ha decretato il successo, la moda si è adattata e l’ha fatta diventare un capo iconico, spesso ironico, assolutamente fashionista.

Quest’anno non c’è praticamente un brand che non abbia realizzato una linea di t-shirt: stampe in serie e colori strong (l’opera d’arte easy wear è servita) per alcuni marchi; slogan urlati, ostentati o solo mostrati per altri; ritratti, in versione restyling, di stilisti (come Coco Chanel), di personaggi e attori famosi (come Brigitte Bardot) o di accessori iconici (come la Birkin Bag di Hermes) per altri ancora. Insomma, graffiti, ritratti, scritte irriverenti, messaggi trasgressivi e un po’ psichedelici hanno riempito gli scaffali di qualsiasi negozio!
Ma la domanda nasce spontanea: la T-shirt come si porta?

T-SHIRT, ISTRUZIONI PER L’USO

Sicuramente è un capo “easy to wear” per le donne con le curve ma con qualche accorgimento.

Innanzitutto, sceglila in un colore basico (bianco, blu, nero e grigio) per andare a lavorare. Molto chic se indossata sotto un tailleur o con un pantalone e un blazer.
Oltre alla classica t-shirt in cotone, oggi numerosi brand (anche low-cost) la propongono in fibre organiche molto morbide e leggere. Se intendi indossarla sotto la giacca sceglila della giusta misura, quasi una seconda pelle (ma non troppo aderente) e con il girocollo a V.
Se invece vuoi indossarla come capo unico, preferiscila di una taglia in più (che non fasci le curve) e impreziosiscila con un colletto, con un nastro, con un foulard a fantasia o con tanti giri di collane.

Per un look più lezioso, la t-shirt è bella se indossata a contrasto: con una o più spille a fiore (puoi farlo da sola) da indossare su gonnelloni in jersey o in seta. Belle anche le sovrapposizioni: canottierona lunga sotto maxi-t-shirt con scollo a barca. Gioca con i colori: vedrai, funziona.

Per un look casual e divertente, ampio spazio a t-shirt con stampe, scritte, disegni e applicazioni. Divertenti se indossate su un pantalone in cotone o un jeans.

Puoi anche creare tu la tua t-shirt, selezionando frasi, disegni e fotografie da far stampare su una classica t-shirt colorata. Sarai un po’ stilista e molto originale!

Infine, come regola generale evita sempre maxi t-shirt con scritte big: rischi di sembrare un cartellone pubblicitario, forse cool negli anni ’70 e ‘80 ma assolutamente OUT oggi!

Ecco alcune proposte selezionate per voi da Melarossa

T-Shirt Miss Selfridge
Taglia: sino alla L
Prezzo: 33.50 euro

T-Shirt Mint&Berry
Taglia: sino alla XL
Prezzo: 22.00 euro

T-Shirt Juicy Couture
Taglia: sino alla XL
Prezzo: 51.70 euro

Spilla Patrizia Pepe
Prezzo: 21.00 euro

Emanuela Maria Mafrolla

Commenti