Home Lifestyle Viaggi e Assaggi “Dove mangio stasera?”

“Dove mangio stasera?”

CONDIVIDI

È da oltre 40 anni uno dei punti di riferimento gastronomico per chiunque visiti il Belpaese alla ricerca della vera dieta mediterranea.  Alfonso Iaccarino, all’interno della sua tenuta Le Peracciole, nella vicina Punta della Campanella, proprio di fronte a Capri, coltiva con amore e passione prodotti a chilometri zero.

Il luogo è magico, un’ennesima scommessa vinta dalla famiglia Iaccarino, che non solo decise di lanciarsi nella ristorazione di altissimo livello quando tutti consigliavano di aprire una pizzeria senza troppe pretese, ma qualche anno dopo comprò questo fondo agricolo mentre tutti gli altri fuggivano dalla campagna…

La verità è che, come ogni cliente del “Don Alfonso” ha potuto notare, c’è pomodoro e pomodoro… E lo stesso vale per limoni e melanzane, peperoni e zucchine, olio e basilico! Beh, quelli delle Peracciole hanno una marcia in più, e se sono trasformati dalle mani sapienti di Alfonso e del figlio Ernesto diventano piccoli capolavori.
Il sapore e la salubrità dei piatti di Alfonso ed Ernesto sono poi enfatizzati da un servizio in sala che non solo è impeccabile (come è d’obbligo a questi livelli di ospitalità), ma anche caldo e affettuoso, grazie a Livia Iaccarino e all’altro figlio, Mario, nonché al personale sceltissimo e fedele alla “mission” del locale: bisogna far sentire il cliente come se stesse a casa (anzi meglio) e farlo stare bene.
Alcune stanze rendono possibile anche una breve permanenza sul posto, per godere non solo di un pranzo o di una cena ma anche delle meravigliose colazioni. E anche, nella bella stagione, di una piccola piscina aperta poco tempo fa al termine di una radicale ristrutturazione, che ha creato anche lo spazio per una piccola scuola di cucina, dove potrete imparare tutti i segreti che rendono unico al mondo anche un semplice e apparentemente banale spaghetto al pomodoro e basilico.
E poi, non dimenticatelo, siamo a pochi chilometri da Sorrento e Positano: il bello di Sant’Agata sui Due Golfi è proprio il suo essere una porta di accesso sia per la Costiera Amalfitana che per la Penisola Sorrentina, cioè due fra le zone più spettacolari e famose del mondo.

Pasta, verdure, pesce fresco: la cucina mediterranea targata “Don Alfonso”

“Vi presento due piatti che amo molto – dice Livia Iaccarino – il primo è “spaghetti all’aglio, olio, alici  e noci”; il secondo è “paccheri di Gragnano al tonnetto fresco, peperoncini verdi  e origano”.
Ricette come queste rappresentano la storia della nostra cucina: pasta,  ortaggi, pesce azzurro, olio extra vergine e frutta secca sono patrimonio imprescindibile della dieta mediterranea. Possono essere consumati tranquillamente come piatti unici, non si ha bisogno di mangiare altro. Con la loro ricchezza in fibre, sali minerali, vitamine e proteine, ci forniscono tutto ciò di cui abbiamo bisogno”.

Guarda la gallery e scopri le ricette 

1Paccheri di Gragnano al tonnetto fresco, con peperoncini verdi e origano

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 grammi di paccheri
  • 200 grammi di tonno sfilettato
  • 100 grammi di peperoncini verdi
  • 5 grammi di origano
  • Olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • Sale

Preparazione:

Soffriggi l’aglio nell’olio extravergine di oliva e ritiralo quando è biondo. Aggiungi i peperoncini verdi tagliati a julienne e saltali per un minuto, quindi versa il tonno tagliato a cubetti, fai saltare di nuovo per un minuto e toglie dal fuoco.
Cuoci i paccheri, scodellali nella padella e salta il tutto con olio extravergine e origano.
Disponi sul piatto, decorando a piacere.

2Spaghetti all’aglio, olio, alici e noci

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 grammi di spaghetti
  • 16 filetti di alici marinate
  • 8 gherigli di noci
  • Prezzemolo in foglie
  • Olio extravergine di oliva
  • 2 spicchi d’aglio
  • Sale

Preparazione:

Soffriggi l’aglio in camicia nell’olio extravergine di oliva con due gherigli di noce tagliati a dadini. Togli l’aglio appena si imbiondisce.
Cuoci la pasta e saltala nel fono, aggiungendo le altre noci, le alici marinate e infine il prezzemolo tritato.
Disponi nei piatti aggiungendo un filo d’olio extravergine d’oliva.

 

Don Alfonso 1890
Corso Sant’Agata, 11/13
80064 Sant’Agata Sui Due Golfi (NA)
www.donalfonso.com

Commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl reggiseno giusto in un click
Articolo successivoPaura dei carboidrati
Sono una giornalista specializzata in produzione di contenuti sui media digitali e tradizionali, content e social media marketing. All'interno di Melarossa mi occupo soprattutto di pianificazione editoriale e coordinamento redazionale.