Home Lifestyle Scrivi alla psicologa genitori/figli La separazione fa ancora soffrire mio figlio che ha problemi col cibo

La separazione fa ancora soffrire mio figlio che ha problemi col cibo

CONDIVIDI

Sono separata da 7 anni, mio figlio ne ha 16 e vedo che ancora ci soffre, a volte è taciturno e pensieroso. Da piccolo è stato sovrappeso e tutti glielo facevano notare, anche scherzandoci su ma vedevo che a lui pesava questa cosa, adesso è da un po’ che quando mangia dopo va a vomitare anche se ha perso peso, lui mi dice che lo fa quando si sente pieno e gli viene mal di stomaco. Mi devo preoccupare?

 

Risposta

Cara Barbara,

credo che suo figlio sia in difficoltà e che stia esprimendo il suo disagio attraverso il cibo. Dalle poche righe che mi scrive, posso notare alcuni dei fattori di rischio per lo sviluppo di un disturbo alimentare come: il sovrappeso (e il disagio ad esso connesso); l’evento della separazione dei genitori; il periodo di sviluppo in cui si trova suo figlio (l’adolescenza); la perdita di peso, il sentirsi “pieno” e  il vomito, sono infine aspetti da non sottovalutare mai ma da prendere subito in carico affinché il sintomo non si cronicizzi e provochi dei danni funzionali.

Per questo, cara Barbara, più che preoccuparsi deve cercare il prima possibile aiuto contattando professionisti e/o strutture che si occupino di disturbi alimentari legati in particolar modo all’adolescenza. Solo così potrà essere tranquilla di aver dato a suo figlio (e indirettamente anche a lei) la possibilità di dare una voce alla sua sofferenza che per adesso non trova altro canale per esprimersi se non attraverso il corpo e il cibo.

Cari saluti,

Dott.ssa Sara Silvan

Commenti