Home Lifestyle Scrivi alla psicologa genitori/figli Ex obesa, non trovo un equilibrio alimentare

Ex obesa, non trovo un equilibrio alimentare

CONDIVIDI

Buonasera,

sono di Roma, sono una ex obesa grave, ho pesato da un minimo di 70 ad un massimo di 105 Kg. Dopo un intervento di sleeve ho ripreso 15 kg, non sono una stupida e mi sono resa conto che quando raggiungo l'obbiettivo non riesco a mantenerlo. Ho un problema con il cibo ma, nonostante le riflessioni nel capire cosa non va in me, non trovo ancora la chiave giusta per raggiungere un equilibrio alimentare. Ho la consapevolezza di essere ciò che sono, ho  38 anni e credo sia normale, ma non trovo il modo per fare il salto di qualità e acquisire un equilibrio costante nel rapporto con il cibo mi sfugge,  non riesco a capire cosa  mi blocca e mi spinge a dimenticarmi di me, cosa mi consiglia?

Grazie mille Claudia.

 

Risposta

Cara Claudia,

purtroppo, avendo non molte informazioni su di te, posso fare soltanto un discorso in generale.

Uno dei motivi che potrebbe boicottarti nel mantenere il peso raggiunto attiene alla sfera delle priorità, ovvero, sei certa che il mantenere un'alimentazione equilibrata e fare attività fisica (ingredienti indispensabili quando si desidera dimagrire e mantenere il peso raggiunto) siano le tue priorità? Probabilmente starai pensando che hai tante cose da fare, che non sempre hai in casa il necessario per mangiare correttamente, che non hai il tempo o la disponibilità economica per andare in palestra etc etc...  Perdonami, sto solo ipotizzando, ma se fosse così, è necessario che questi due fattori rientrino nelle prime cose da fare nella giornata, almeno a livello organizzativo, per cui ogni giorno cerca di delegare gli impegni e prorogare le scadenze che non siano imprescindibili, e metti al primo posto, ad esempio, fare una camminata di 30 minuti a passo veloce ogni mattina, oppure ogni sera, e allo stesso modo organizzati per avere nel frigo e nella dispensa ciò che ti serve per mangiare correttamente. Tu e il tuo peso siete la priorità, poi tutto il resto.

In secondo luogo, se sei tra quelle persone che cedono alle cosiddette smanie di cibo, per cui ti trovi a non resistere più di 1 minuto quando ti sale la voglia impulsiva di un cibo proibito aiutati sapendo che aspettare che una smania di cibo passi aumenta la tua capacità di tollerarla e accresce la tua fiducia di riuscirci. Le smanie di cibo iniziano a diminuire nel momento in cui decidi che NON hai assolutamente intenzione di trasgredire la dieta. Aumentano, invece, quando sei indecisa se mangiare oppure no. Tieni presente che la smania di cibo dura al massimo 5-10 minuti, per cui, resisti per quel tempo, tenendoti occupata in qualcosa di piacevole e passerà.

Se torna dopo un po’, comportati allo stesso modo, e così tutte le volte che se ne affaccia una, e pian piano ne verranno sempre meno e più gestibili.

Prova e vedrai!

In più, per avere altri suggerimenti da utilizzare per correggere gli errori che non ti  consentono di dimagrire e mantenere il peso come vorresti, scarica la guida gratuita che trovi nel link sottostante:

http://www.florianaventura-psicologa.it/images/pdf/GuidaPsicodieta.pdf

e, se ti va, fammi sapere come procede.

Commenti